Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

E' di Squillace il nuovo vescovo di Rossano-Cariati

mons Mauirizio Aloise.jpgIn questo numero di "Comunità Nuova", il periodico dell'arcidiocesi di Catanzaro Squillace, si parla del nuovo vescovo di Rossano-Cariati, mons. Aloise, che nei prossimi giorni farà ingresso nella sede vescovile di quella arci-diocesi. Al presule auguriamo BUON LAVORO nella strada tracciata da N.S. Gesù Cristo. (Michele Sanpietro)

È stato consacrato vescovo mons. Maurizio Aloise, presbitero squillacese, dopo 103 anni, quando il 6 maggio del 1918 tale ordinazione episcopale fu conferita al giovanissimo don Giovanni Elli, sacerdote di origine lombarda, ma che ormai da sette anni apparteneva al clero squillacese, nel quale ricopriva i ruoli di canonico della cattedrale e di rettore del seminario. Per l’elezione a vescovo di un prelato appartenente a famiglia di Squillace, dobbiamo andare indietro di oltre un secolo e mezzo, quando Papa Pio IX scelse nel 1854, quale vescovo di Nicastro (ora Lamezia Terme), padre Giacinto Barberi, provinciale dei Domenicani di Napoli, maestro di Sacra Teologia e oratore famosissimo; e ciò per non estendere l’elenco ai sacerdoti di altri comuni della diocesi, tra i quali è ancora vivo il ricordo di mons. Bruno Pelaia, nativo di Serra San Bruno, che fu alunno anche lui del Seminario di Squillace ai tempi del vescovo Tosi, ed eletto circa 60 anni fa a vescovo di Tricarico nella Basilicata. Nelle importanti sedi di Rossano e di Cariati, mons. Aloise è stato preceduto, nell’Ottocento, da due ecclesiastici espressione dell’antica diocesi di Squillace, ambedue nativi della chiesa protopapale di Serra San Bruno: mons. Bruno Tedeschi, come arcivescovo a Rossano, e mons. Giuseppe Barillari, come vescovo a Cariati; e in tempi più recenti mons. Cantisani e mons. Ciliberti vennero tra noi da Rossano, e a Rossano-Cariati andò mons. Serafino Sprovieri, vescovo ausiliare di Squillace. Vi sono, perciò, precedenti ecclesiali molto importanti e altresì legami pregressi e molto significativi che rinsaldano i rapporti della nostra Squillace e diocesi con il territorio in cui è pastoralmente preposto il mons. Maurizio Aloise, certamente beneauguranti per il suo apostolato e che arricchiscono le sue doti umane e sacerdotali e valorizzano ancor più il suo sperimentato e riconosciuto zelo apostolico. (Carmela Commodaro)

Nell'allegato, come di consueto, trovate l'intera pubblicazione in formato PDF, da sfogliare o da scaricare e stampare.

Attachments:
Download this file (Comunita Nuova 16 maggio 2021.pdf)Comunita Nuova 16 maggio 2021.pdf[ ]746 kB

Ultime Notizie

“Prendersi cura: una risposta alla domanda di sollievo”. Sarà il filo conduttore in occasione della XXI Giornata Mondiale Nazionale del...
(foto: il magnifico organo a canne della Basilica di San Giuliano a Castrovillari) E' con questo titolo che è stato...
Della problematica dei bambini con potenzialità cognitive superiori alla media, dovevamo occuparci qualche tempo fa, poi un po' per la...
"Al sig. Sindaco della benemerenza, “Per il servizio reso alla Città di Cassano all’Ionio ed alla sua comunità; per aver promosso...
Ho ricevuto per email da un'amica americana il messaggio che segue con l'annessa fotografia. Forse qualcuno ha già sentito o...

Please publish modules in offcanvas position.