Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Il Sud ancora oggi colonia del Nord

italia rovescia.jpgNecessario un movimento politico meridionale. - Nel trattare di politica economica e sociale in chiave moderna sembrerebbe preistorico parlare delle premesse con cui si è voluta l’Unità d’Italia in realtà mai realizzata.
Perchè si possa parlare di Unità nazionale, infatti, non è sufficiente solo una unità geografica se non associata ad una unità sociale ed economica.
Accennerò agli eventi del 1861 perchè, purtroppo il filo conduttore è sempre lo stesso.
I Savoia sono stati indotti alla conquista del Regno delle 2 Sicilie mossi esclusivamente da esigenze economiche: avevano bisogno delle ingenti risorse possedute dal Meridione.
Infatti dopo aver depredato il Sud lo hanno abbandonato, limitandosi esclusivamente a considerarlo un Colonia.

Le risorse del Sud sono servite a sviluppare il Nord. Esistono innumerevoli pubblicazioni documentate in merito tra tutti cito “Terroni” di Pino Aprile.
Trascorsi quasi 160 anni penserete che è acqua passata !
Purtroppo non è così siamo ancor oggi considerati Terra di conquista ed emarginati al ruolo di sudditi!
Per non essere considerato preistorico, mi riferirò agli ultimi 70 anni .
Da quando esiste la Repubblica l’orientamento delle scelte economiche non è mutato. Per diritto costituzionale, le risorse dello Stato spese per infrastrutture e servizi dovrebbero essere distribuite sul territorio nazionale in proporzione alla superficie ed al numero di abitanti. Il Meridione avrebbe dovuto ricevere il 34%.
Questo principio non è mai stato rispettato, abbiamo usufruito del 7/8%, mentre la quota restante ha arricchito il Nord di infrastrutture (porti, aeroporti, strade, autostrade e servizi) mentre il Sud ne è rimasto privo.

Quello delle dotazioni in infrastrutture è tra i parametri più importanti per lo sviluppo di un territorio perchè è alla base della competitività che favorisce la nascita di imprese ed attrae capitali esteri. E’ solo per questo che il Nord ha una economia florida ed il Sud è arretrato.
Da questo furto perpetrato contro i meridionali derivano tutti i nostri problemi.
Povertà assoluta e relativa, disoccupazione generale e giovanile emigrazione economica di proporzioni tali da farci considerare a livello dell’Africa subsahariana.

Negli ultimi dieci anni 1 milione 287 mila meridionali sono stati costretti ad emigrare, abbandonando luoghi e persone care nella speranza di una vita dignitosa, tra questi la gran parte è costituita da giovani laureati che hanno impoverito il Mezzogiorno.
Siamo stati traditi da tutti i politici e da sempre specialmente dai politici meridionali che, invece di avere l’orgoglio di difendere la propria Terra e la propria Gente, hanno privilegiato interessi personali
Non possiamo più sopportare oltre, né possiamo ancora affidare ad altri la difesa dei nostri sacrosanti Diritti ma dobbiamo difenderli in prima persona.
Per questo è necessario dar vita ad un movimento autenticamente meridionale, l’unico in grado di tutelare noi stessi, i nostri figli e le prossime generazioni.

Enzo Maiorana

Ultime Notizie

Alessandra Celentano nuovamente a Cassano All’Ionio per “giudicare” gli allievi della scuola di danza “Centro Studi Vaganova” diretto da Maria...
La notizia diffusasi pochi giorni fa a vertiginosa velocità, a seguito dei soliti controlli dell'ARPACAL e della successiva doverosa ordinanza...
SANITA’, FORCINITI E SAPIA (M5S): “IL DECRETO CALABRIA E’ UN ATTO POLITICO CORAGGIOSO MA ASSOLUTAMENTE NECESSARIO”. Il Decreto Calabria è un...
Le Ferrovie svizzere dovranno assumere circa mille macchinisti nei prossimi cinque anni per sostituire il personale che nel frattempo andrà...
Si dice che il 17 porti sfortuna, nell'infinito panorama della musica colta in questo giorno di giugno in anni, ovviamente,...

Please publish modules in offcanvas position.