Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Per Occhiuto e C. la priorità é aumentare le poltrone

foglio.jpgQuello che si sta tentando di attuare in Calabria é quanto di più scandaloso si possa immaginare in una regione come la nostra, tormentata da tanti mali in gran parte provocati dalla malagestione delle risorse pubbliche, e così, l'ineffabile presidente Occhiuto tenta di creare nuove poltrone inventandosi i consiglieri di riserva. Un sogno antico della destra a dire il vero, dai tempi di Scopelliti, il tiro mancino allora non riuscì ed ora ci si tenta di nuovo. Ma quel che fa indignare è l'assenza quasi totale di prese di posizione energiche da parte dell'opposizione di sinistra, probabilmente se non fosse per il M5S e per l'articolo di oggi del Fatto Quotidiano (lo trovate nell'allegato) la faccenda sarebbe passata sotto traccia,  meriterebbe quasi una sommossa popolare, ma tant'é questa è la Calabria di cosa ci vogliamo meravigliare. Di seguito pubblichiamo le prese di posizione del consigliere regionale Tavernise e dell'on. Baldino ambedue in forza al M5S. (La redazione)

Legge “Moltiplica poltrone”, Tavernise (M5S): “Da Occhiuto basta parole. Legge pensata solo per sistemare questioni di <famiglia>, mentre la Calabria è stretta nella crisi sociale ed economica”

 “A fare specie in quest’ultimo periodo è il silenzio, pericoloso e imbarazzante, del presidente Occhiuto. Tra una foto in posa con il bergamotto e un video che lo riprende al lavoro, la sua maggioranza, spaccata perché vede la non partecipazione della Lega e il silenzio imbarazzato di Forza Italia, forza in sede di capigruppo ogni procedura legislativa, posta a garanzia dell’efficienza, dell’efficacia e del buon andamento della pubblica amministrazione, per portare subito in aula una legge <porcata>. Legge <porcata>, perché non solo ripresenta evidenze incostituzionali denunciate già nel 2014, ma falsa anche la relazione illustrativa. Presentata come proposta a costo zero per i contribuenti, a conti fatti costerà ai calabresi 145.642,32 €, quale emolumento per ogni nuovo consigliere e circa 232.188,12 €, quale costo per ogni nuova struttura. Una spesa minima, dunque, di 377.830,44 € l’anno per ciascun nuovo consigliere, che potrebbe però essere moltiplicata per tre. Se la matematica non è un’opinione ogni anno i calabresi rischiano di pagare in più, dunque, alla politica regionale 1.133.491,32 euro”. E’ quanto torna a denunciare il capogruppo del M5S in consiglio regionale Davide Tavernise, a proposito della proposta di legge ribattezzata “moltiplica poltrone”.

“Il tutto accade – rimarca Tavernise -  mentre il governo nazionale, nel solito silenzio accondiscendente del nostro governatore, lavora alacremente alla riforma sull’autonomia differenziata fortemente penalizzante per il sud. Di più, mentre la maggioranza pensa a moltiplicare le poltrone, come denunciato dal presidente di Fiaso, Giovanni Migliore, nel 2021 la media nazionale dei medici che hanno lasciato il nostro sistema sanitario è del 2,9%, ma in Calabria la percentuale sale al 3,8%. E come denunciato nell’ultimo report di Bankitalia, le imprese calabresi sono drammaticamente alle prese con gli aumenti di materie prime ed energia, per cui hanno confermato o rivisto al ribasso i piani di investimento. Una situazione di grave crisi sociale ed economica, a cui si aggiungono numerose vertenze aziendali, che porta la Calabria ad essere tra le prime regioni ricorrenti al reddito di cittadinanza”.

In questo contesto – conclude Tavernise - ci si aspetterebbe dalla politica regionale una rottura totale con gli sprechi del passato, invece accanto alle parole, infinite, che non lasciano traccia di concretezza, si moltiplicano le poltrone, per ingiustificabili ragioni di <famiglia>. In attesa di un sussulto d’orgoglio del presidente Occhiuto”.

Davide Tavernise Capogruppo M5S - Consiglio Regionale della Calabria

---------------------------------------------------------------------

REGIONE CALABRIA: LA PRIORITÀ DELLA MAGGIORANZA È QUELLA DI AUMENTARE LE POLTRONE

Mentre i calabresi continuano a fare i conti con malasanità, assenza di infrastrutture, spopolamento e carenza di lavoro e servizi, la giunta Occhiuto e la maggioranza di centrodestra pensano ad approvare una proposta di legge che garantisce incarichi e poltrone.

Non è la prima volta che accade, anzi si tratta di una prassi ciclica soprattutto in Calabria, poi ci chiediamo perché la nostra Regione rimane sempre indietro.

Cos’è accaduto? Il Presidente Occhiuto è alle prese con il rinnovo della giunta dopo che 2 dei suoi assessori sono stati eletti in Parlamento e devono quindi essere rimpiazzati. Per questo i gruppi di maggioranza hanno presentato una proposta di legge che introduce l’incompatibilità tra il ruolo di consigliere e quello di assessore. Un intento nobile, sembrerebbe, ma siccome il diavolo si annida nei dettagli, scorrendo il testo della legge si scopre che la reale finalità è quella di consentire la SOSTITUZIONE TEMPORANEA dei consiglieri nominati in giunta con persone presenti nelle liste elettorali ma che non sono risultati eletti. In questo modo i nuovi assessori verrebbero sospesi dall’incarico di consigliere regionale e sostituiti temporaneamente dai non eletti nell’ultima elezione regionale.

Queste le reali priorità del centrodestra, altro che emergenza sanitaria, altro che problemi di viabilità e di infrastrutture.

On. Vittoria Baldino
Vice Capogruppo Movimento 5 Stelle Camera dei Deputati
Attachments:
Download this file (legge salva consiglieri.pdf)legge salva consiglieri.pdf[ ]469 kB

Ultime Notizie

“Ennesimo capolavoro del centrodestra in Calabria. Dopo il dietrofront sul consigliere supplente, quello sull’ “epocale” finanziamento della ss106, a distanza...
Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 3,1-121In quei giorni venne Giovanni il Battista e predicava nel deserto della Giudea 2dicendo:...
Si è concluso con una sentenza di assoluzione con la formula “perché il fatto non sussiste” il procedimento penale a...
Rinviato lo scorso mese di novembre a causa delle avverse condizioni atmosferiche, è in programma domenica 4 dicembre, presso la...
Toccare i reperti dell’antica Sybaris per superare i limiti percettivi imposti dalle disabilità e viaggiare nella storia esplorando il mondo...

Please publish modules in offcanvas position.