Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

16 dicembre nasceva Beethoven e moriva Saint-Saëns

Beethoven_3.jpgI GRANDI DELLA MUSICA: Il 16 Dicembre del 1770 ha aperto gli occhi al mondo uno dei più grandi musicisti di tutti i tempi, mentre nello stesso giorno del 1921 lasciava questo mondo un altro  pianista e compositore di notevole levatura, come siamo di solito fare li ricordiamo agli amici amanti della musica colta.

Il 16 dicembre del 1770 nasceva a Bonn il compositore tedesco Ludwig van Beethoven (1770-1827). Fu l'ultimo esponente di rilievo del classicismo viennese, nonché il primo grande romantico ed è considerato uno dei più grandi compositori di tutti i tempi. Franz Joseph Haydn (1732-1809) che fu insegnante di Beethoven dal 1792 al 1794 ebbe a dire di lui: "Avete molto talento e ne acquisirete ancora di più, enormemente di più. Avete un'abbondanza inesauribile d'ispirazione, avete pensieri che nessuno ha ancora avuto...voi mi avete dato l'impressione di essere un uomo con molte teste, molti cuori, molte anime". Il gigante dalle molte teste, molti cuori e molte anime ci ha lasciato (tra le altre cose) 9 sinfonie, 5 concerti per pianoforte ed orchestra, 32 sonate per pianoforte, 10 sonate per violino e pianoforte, 5 sonate per violoncello e pianoforte, 16 quartetti per archi, un'opera e tantissimi altri capolavori.

(Vi proponiamo l'ascolto del celeberrimo brano "Sonata al chiaro di luna" CLICCARE QUI)

saint-saens.jpgIl 16 dicembre del 1921 moriva ad Algeri di polmonite all'età di 86 anni il compositore francese Camille Saint-Saëns (1835-1921). Formidabile pianista ed eccellente organista fu un talento precoce debuttando come concertista a soli 11 anni. Si dice che lo stesso Liszt ritenesse Saint-Saëns e (naturalmente) se stesso, i due migliori pianisti d'Europa. La sua produzione è una delle più corpose del periodo francese a cavallo tra '800 e '900, distribuita in ogni genere musicale, dal teatro, alla musica sacra, dalla musica strumentale a quella da camera. In ogni genere troviamo dei capolavori. L'opera Samson et Dalila, il poema sinfonico Danza Macabra e Il carnevale degli animali sono tra le sue composizioni più famose. Vanno ricordate inoltre la Sinfonia n° 3 in do minore con organo e due pianoforti concertanti, i 5 concerti per pianoforte ed orchestra, il sublime Concerto per violoncello op. 33 , i 3 concerti per violino ed orchestra e la meravigliosa Sonata per clarinetto e pianoforte op 167, seconda di tre sonate per strumenti a fiato e pianoforte (Op. 166 per oboe e op. 168 per fagotto) scritta lo stesso anno della sua morte. 

(Vi proponiamo l'ascolto del "Carnevale degli animali" CLICCARE QUI)

a cura di Luigi Maffeo

Ultime Notizie

Lc 10,38-42 - XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO In quel tempo,mentre Gesù e i suoi discepoli erano in cammino, entrò in...
Luciano De Crescenzo ci ha lasciati vogliamo collaborare alla sua conoscenza proponendo ai lettori la sua biografia: Un ingegnere filosofo,...
La democrazia è ferocemente oppressiva delle minoranze; essa le obbliga a subire, dolorosamente, scelte che non condividono. Anche la minoranza dei...
Nel centro nautico ripartono gli eventi estivi - La programmazione curata dall’Associazione “Laghi di Sibari” Si ricomincia. Ai Laghi di Sibari...
Fine settimana dedicato all’enologia a Vaccarizzo Albanese dove si terrà il 15’ Concorso dei Vini Arbereshe. Promuovere la qualità del...

Please publish modules in offcanvas position.