Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Cultura Musicale. Joaquín Rodrigo

joachim Rodrigo.jpgIl 22 novembre del 1901 nasceva a Sagunto il compositore e pianista spagnolo Joaquín Rodrigo (1901-1999). Cieco dall’infanzia studiò a Parigi dove fu influenzato da Paul Dukas; autore di una zarzuela e molta musica vocale e strumentale, è particolarmente noto grazie al bellissimo concerto per chitarra e orchestra Concerto d'Aranjuez (con ilceleberrimo Adagio), ispirato ai giardini del palazzo reale di Aranjuez.

In questa ricorrenza mi viene in mente che nel lontano 2008, quando ancora facebook non era molto diffuso, sul sito che avevo creato da circa un anno "www.sibari.info", avevo pubblicato un ricordo personale di questo straordinario compositore che mi piace farvi rileggere, sperando che sia di vostro gradimento. Nel 2008 aveva ottenuto più di duemila letture e suscitò alcune curiosità che mi furono espresse da visitatori del sito anche molto lontani dalla Calabria e che aggiungerò in coda alla presente nota. Grazie per l'attenzione.

A.M.Cavallaro

L'articolo del 2008

Mettendo a posto la mia disordinatissima raccolta di LP di generi molto diversi, mi è venuto fra le mani un disco contenente uno dei miei brani preferiti per chitarra e orchestra: il “Concierto de Aranjuez” di Joaquin Rodrigo, grande compositore spagnolo nato nel 1901 e morto nel 1999 alla bell’età di 98 anni. Comprai questo LP, dopo aver assistito ad un concerto tenutosi pressapoco nel 1973 nello Stadt-Theater di Zurigo, durante il quale fu eseguita questa opera straordinaria.

Il lunedì successivo mi precipitai nel mio abituale negozio di dischi e chiesi se avevano il “concierto de  Aranjuez”. Il commesso che mi serviva di solito, mi guardò stupito, io, all’epoca, compravo tutt’altro genere di dischi, con un sorrisetto beffardo mi chiese: “non è che vuoi farti bello con qualche gallinella del conservatorio?” In un primo momento mi venne voglia di rispondergli per le rime, poi capii che era inutile, aspettai e dopo qualche minuto tornò col disco richiesto. Tornai a casa dopo il lavoro,  mi sdraiai sul divano e ascoltai quella musica meravigliosa che, non mi vergogno a dirlo, mi emozionò tanto da farmi addirittura scappare qualche lacrima. Da allora, quando ho avuto bisogno di rilassare il corpo e  di svuotare la mente ho seguito sempre lo stesso metodo  e questa musica mi ha addolcito tanti momenti  tristi. Non so se a voi cari amici, farà lo stesso effetto,  vi  faccio ascoltare la seconda parte, se qualcuno di voi, poi, vorrà l’intera opera che consta di 3 parti, sarò lieto di inviargliela per e-mail in MP3.

(Ovviamente oggi abbiamo Youtube e quindi invece della obsoleta registrazione artigianale dal mio giradischi vi propongo la stessa esecuzione - cliccando quì - della “English Chamber Orchestra” diretta da Daniel Barembom e con  alla chitarra classica John Williams, chitarrista e compositore. Buon ascolto)

Articolo del  15 settembre del 2008

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo una nota di un nostro visitatore calabrese che vive lontano, anch'egli estimatore della musica di J.Rodrigo. Ringraziamo il nuovo amico al quale diamo il nostro più caloroso benvenuto e visto che è un conoscitore della buona musica lo preghiamo di volerci ancora segnalare eventuali novità o semplici sue considerazioni su autori e composizioni. Mario ci segnala un'altra opera straordinaria di Rodrigo che vi propongo nella seconda parte in formato MP3, si tratta di una registrazione dal vivo non proprio perfetta, comunque godibilissima. Buon ascolto

Salve, mi chiamo Mario Leone e sono calabrese anch'io di S.Lorenzo del Vallo nei pressi della vostra Sibari, ma da molti anni lontano dalla mia splendida e amata Calabria che ho dovuto lasciare anni fa per ovvie ragioni di lavoro.

Mi sono appena registrato sul vostro sito poichè mi sono imbattuto per caso, navigando in internet, nella pagina (Ancora musica di J.Rodrigo)che tratta dell'autore del noto "Concierto di Aranjuez" e dell'altrettanto nota "Fantasia para un gentilombre" dedicata ad Andres Segovia di cui ho avuto modo di vedere un paio di anni fa a Pordenone, dove ho vissuto e lavorato per una quindicina di anni, una mostra rievocativa nella quale faceva bella mostra di sè lo spartito originale della "fantasia para un gentilombre". Questo mio intervento, quale ammiratore del grande compositore di Sagunto, è finalizzato a dare un ulteriore contributo a quanto è stato detto nel vostro sito e cioè che questo straordinario quanto prolifico musicista, cieco dalla nascita e vissuto circa novant'anni, ha creato moltissime altre composizioni musicali non meno belle delle prime due appena accennate e che la maggior parte del pubblico non conosce perchè eseguite di rado. In particolare è da segnalare il "Concierto Andalus" per quattro chitarre ed orchestra il cui primo movimento "in forma di bolero" esprime una melodia straordinariamente piena del colore, della passione e del calore della terra Andalusa. Provare per credere.

Saluti cordialissimi

Mario Leone

(vi proponiamo l'ascolto del brano indicato dal sig. Leone, così come lo ricevemmo allora in formato Mp3, CLICCARE QUI')

ARTICOLO DEL 10 MAGGIO 2008

Un brillante giovane musicista di Sibari, diplomato al conservatorio di Cosenza in clarinetto e credo anche in composizione, Rodolfo La Banca (nel frattempo quel giovane musicista è diventato uno stimato e bravissimo direttore d'orchestra e la sua carriera sicuramente lo porterà verso vette altissime) mi ha inviato un mail compiacendosi del fatto che sul nostro sito ogni tanto si parla di musica classica e, a proposito della mia citazione del Concierto de Aranjuez, mi ha segnalato un altro brano molto bello dello stesso autore Joachin Rodrigo: "Fantasia para un gentilhombre". Personalmente preferisco "Aranjuez", ma visto che ho anche una parte della "Fantasia", la propongo a tutti gli appassionati che ci seguono con interesse per la grande musica.

La "danza de las Hachas" ( il ballo delle asce) è una parte di tutta la composizione di Rodrigo dal titolo "Fantasia para un gentilhombre", è quella che a me piace di più, ve la propongo nel solito formato Mp3, che potrete anche scaricare direttamente dal sito se lo desiderate.

La storia di questo brano: nel 1954 Andrés Segovia, grande chitarrista spagnolo, che aveva molto apprezzato ed eseguito altre opere per chitarra del Maestro, gli chiese una composizione da eseguire in America in occasione di una sua tournée, fu così che il M° Rodrigo compose "Fantasia para un gentilhombre" per chitarra e orchestra, che Segovia eseguì l'anno successivo a San Francisco in presenza dello stesso autore. Il "gentil hombre" del titolo, naturalmente era il Segovia. Fu inciso un disco nel 1958 con questa composizione eseguita da Segovia con l'orchestra del Memorial Opera House di San Francisco diretta dal M° Enrique Jordà, un disco diventato raro della durata di circa 25 minuti. Un esemplare si trova nella raccolta di dischi classici a Tirana (Albania). Non vi meravigliate, a Tirana c'è forse la più grande raccolta del mondo di dischi di musica classica dei primi del novecento, ci sono stato e sono rimasto quasi incredulo davanti a quella raccolta enorme e ordinatissima.

Ora basta con le chiacchiere e passiamo all'ascolto CLICCANDO QUI'. Buon divertimento

 

Ultime Notizie

Carlo Calenda giorni fa su Twitter ha fatto sapere che il suo modello di riferimento in politica non è Giulio...
Ho ricevuto in questi giorni una nota dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, dopo le mie ripetute sollecitazioni, in merito al...
E' la prima volta che vedo queste persone stare ferme. Ci voleva una foto. Ma certamente, appena dopo lo scatto,...
Mentre lo scorso sabato sera a Milano i più fortunati musicofili lombardi assistevano alla prima di Tosca in occasione dell'inaugurazione...
Riceviamo e pubblichiamo in coda alla presente nota il Comunicato diffuso dall'ufficio stampa del comune di Trebisacce. Il monito...

Please publish modules in offcanvas position.