Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Niccolò Piccinni, prolifico musicista barese

piccinni.jpgIl 16 gennaio 1728 nasceva a Bari il compositore Niccolò Piccinni (1728-1800).

Studiò con Leonardo Leo e Francesco Durante, presso il Conservatorio di Sant'Onofrio a Napoli. Per questo dovette essere grato all'arcivescovo di Bari, che provvide a pagare i suoi studi, poiché il padre di Piccinni, sebbene fosse anch'egli un musicista, si era opposto al fatto che il figlio seguisse la sua stessa carriera. Si dilettava anche nel suono di strumenti a fiato e chitarra classica. Dopo gli studi, nel 1754 fece rappresentare la sua prima opera (Le donne dispettose) con notevole successo, conquistando in pochi anni nella città partenopea una posizione di primo piano. Si impose al pubblico italiano ed europeo nel 1760 con la rappresentazione a Roma dell'opera Cecchina, ossia la buona figliola su libretto di Carlo Goldoni, considerata il suo capolavoro.

Nel 1776 si trasferì a Parigi dove era stato chiamato dai sostenitori del gusto italiano per contrastare il crescente successo di Gluck, trovandosi coinvolto, suo malgrado, nella polemica e senza troppa convinzione. E’ anzi significativo il fatto che che le sue opere di questi anni risentino del clima francese e mostrino di assimilare esperienze gluckiane. La rivoluzione spinse Piccinni a tornare a Napoli nel 1791.

Inizialmente ben accolto fu poi sospettato di giacobinismo e condannato a 4 anni di arresti domiciliari, per tornare poi a Parigi nel 1798. Piccinni fu il maggior operista della scuola napoletana della generazione immediatamente precedente a quella di Paisiello. Compose anche sinfonie (ouvertures), sonate per clavicembalo, una messa e altra musica sacra. Morì a Passy, presso Parigi, il 7 maggio 1800 all'età di 72 anni.

Vi invito all’ascolto di LA CECCHINA (Poiché l'opera intera ha la durata di circa 2 ore, vi consiglio di ascoltare almeno i primi 10 minuti. Musica godibilissima)

Ultime Notizie

Conosco Angelica da quando era una bimbetta di pochi anni che zampettava sulla stessa spiaggia pietrosa che frequento da sempre.
Quante chiese in stato di abbandono, alcune sconsacrate, potrebbero essere utilizzate anche dalle nostre parti quali splendidi "cofanetti" in cui...
(Villa Comunale di Cassano negli anni '50 e oggi) La domanda è semplice ma la risposta è tra le più...
Florovivaismo: pubblicato il bando regionale per sostenere il settore A disposizione nuove risorse finanziarie per oltre 800.000 euro L’Assessore Gallo: «Misura pensata...
In attesa della visita alla mostra su Frida Kahlo (nella foto a lato), che si terrà il giorno sabato 11...

Please publish modules in offcanvas position.