Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Creata ricetta internazionale con le clementine

Giorgio Trovato e Aldo Salatino.jpgUn piatto di cucina internazionale con le Clementine di Corigliano - Realizzato dallo chef Giorgio Trovato (nella foto con Aldo Sabatino) con i frutti di “Adottaunclementino” - Le Clementine di Corigliano Calabro, o meglio le Clementine dell’imprenditore agrumicolo Aldo Salatino e della sua magnifica idea “Adottaunclementino”, nonché pistacchi e salsa di corbezzoli, il particolare frutto rosso molto in voga durante le festività natalizie. Sono questi gli ingredienti di un nuovo piatto destinato a fare breccia nella cucina internazionale grazie al talento dello chef Giorgio Trovato, originario di Corigliano, e al gusto e alle proprietà dell’eccellenza della Sibaritide.

Si tratta di una “tarte tatin”, sulla scia delle torte francesi realizzate all’inizio del Novecento, che Trovato – ambasciatore della cucina italiana nel mondo nonché presidente e docente della Federazione Italiana Professional Personal Chef (Fippc) che include centinaia di chef in tutta Italia e punta alla qualificazione e alla valorizzazione di questa figura professionale – ha inventato per proiettarla sulle tavole della Puglia e del Veneto (dove attualmente lavora) ma anche delle località più esclusive del Belpaese e anche all’estero per far conoscere le numerose virtù del succulento agrume calabrese. L’iniziativa si inserisce nel solco dell’innovativa e originale idea denominata “Adottaunclementino”, partorita dalla mente dell’intraprendente imprenditore agrumicolo Aldo Salatino, che permette a chiunque di ricevere al proprio domicilio, ad una modica spesa e senza alcun costo aggiuntivo, circa trenta chilogrammi di clementine, adottando una pianta del frutto profumato e dalle tante proprietà e seguendone passo dopo passo, attraverso lo piatto Clementine.jpgstrumento della geolocalizzazione, il percorso di maturazione. Iniziativa che, oltre a consentire anche a coloro che risiedono a migliaia di chilometri di distanza di vedersi consegnate le clementine, tutte al naturale e prive di alcun trattamento, fa sì che per ogni adozione viene infatti devoluta una piccola parte all’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Si tratta di una grande soddisfazione per quanti sono impegnati, tra non pochi sacrifici, nell’opera di valorizzazione delle clementine di Corigliano, patrimonio e fucina di saperi e sapori, e si configura la prima di una serie di iniziative della nascente collaborazione tra lo chef Trovato, destinatario dell’adozione di una pianta dell’agrume tipico della Piana di Sibari, e il patron Salatino. La cucina del primo, fatta di ricerca, rispetto delle tradizioni e storia del territorio ma anche di pura contaminazione, e il coraggio del secondo, che cura il suo prodotto con estrema attenzione, puntando sempre ad offrire tale specialità assolutamente priva di fattori esterni e capace di essere assaporata in tutta la sua bontà. Questi i tratti salienti di un binomio destinato certamente a dare ben presto risultati fecondi e che esordisce ora con la creazione di un piatto inedito e sicuramente gradito dai fini palati.

Fabio Pistoia

Ultime Notizie

"Le previsioni presenti in questo sitoi non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte le responsabilità...
Una vita brevissima eppure intensa quella di un musicista che pochi ricordano e che, comunque, è riuscito a lasciare un'impronta...
Ci piace offrire ai nostri lettori l'articolo di mons. Vincenzo Bertolone pubblicato sull'edizione catanzarese del "Quotidiano di Calabria" a proposito...
Dopo l’approvazione della risoluzione in Commissione Cultura del Senato in merito alla Candidatura del sito archeologico di Sibari a sito...
Beh, non si può dire che l'amico e affezionato collaboratore DOMINIK non abbia ragione di gioire, questa volta ha azzeccato...

Please publish modules in offcanvas position.