Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Corsano. Disagi e proteste da Corigliano

32073151_10216407108316102_2091601124137107456_n.jpgDisagi alle scuole elementari di Cantinella, cadono calcinacci e pezzi del solaio - I genitori invocano sicurezza per i propri figli - Quanto si sta registrando in questi giorni a Cantinella è una situazione inaccettabile, che evidenzia la precaria condizione nella quale versano gli istituti scolastici di Corigliano. È impossibile pensare che ancora oggi, nel 2018, presso le scuole elementari di una così popolosa frazione possa verificarsi la caduta di calcinacci e pezzi del solaio, arrecando disagi ai giovanissimi allievi nello svolgimento delle consuete attività didattiche e, soprattutto, ingenerando legittime preoccupazioni nelle rispettive famiglie.

È un accorato appello, di dolore e di delusione insieme, quello mosso nella giornata odierna da numerosi genitori di bambini che frequentano le lezioni presso le scuole elementari di Cantinella. Disagi che hanno investito della problematica il giornalista Fabio Pistoia per portare la stessa all’evidenza della pubblica opinione e delle preposte autorità, ad iniziare dal Comune di Corigliano, e nel comunicare che per oggi e domani i loro figli dovranno seguire le attività didattiche presso il vicino plesso, poiché alcune aule sono impraticabili a causa di quanto verificatosi nei giorni scorsi.

32207273_10216407109836140_3478676033744404480_n.jpg“Il nostro paventato grido d’allarme – dichiara Claudio Garofalo, uno dei genitori dei bambini che frequenta il suddetto istituto di Cantinella – era più che motivato, e le foto scattate all’interno delle aule dove si è verificata la caduta di suddetti materiali parlano da sole, così come è lampante anche il degrado che riguarda il sistema elettrico. Il nostro timore è legittimato dall’evidente stato di precarietà nel quale i nostri figli sono costretti a frequentare le lezioni, e il momentaneo spostamento di questi giorni presso altri locali non ci tranquillizza affatto. La scarsa sicurezza impone una doverosa riflessione da parte di tutti, poiché riguarda l’intera comunità scolastica e dunque anche tutti coloro che, a vario titolo, operano all’interno dell’edificio. La sicurezza delle scuole di Corigliano rappresenta una priorità che deve essere adeguatamente affrontata e risolta per scongiurare tragedie annunciate e piangere poi sul latte versato. Le famiglie invocano sicurezza per i propri figli a Cantinella e, più in generale, in tutto il territorio comunale. Siamo pronti a fare la nostra parte e a promuovere tutte le iniziative possibili per tenere alta l’attenzione su questo tema”.

parco.jpgComitati Insieme per Corigliano: “Area giochi Schiavonea nel degrado, i diritti dei bambini prima di tutto!” - “Continuiamo a ricevere quotidianamente da cittadini opportune segnalazioni, corredate da fotografie, afferenti lo stato di degrado ed abbandono nel quale versa l’area giochi adiacente Piazzetta Portofino, nel borgo marinaro di Schiavonea di Corigliano. Una situazione che testimonia la totale incuria ed inefficienza da parte di chi di competenza nei confronti della comunità e, anzitutto, dell’infanzia”.

È quanto affermano i Comitati civici “Insieme per Corigliano”, fondati dal giornalista Fabio Pistoia e sempre più numerosi e presenti sull’intero territorio comunale. Una problematica, questa evidenziata in data odierna, che risuona in tutta la sua gravità alla vigilia della stagione estiva.

“Le foto allegate testimoniano la cattiva, o per meglio dire l’inesistente, manutenzione dell’area giochi collocata nei pressi del lungomare di Schiavonea, di pertinenza del Comune e di fatto impraticabile dalle famiglie che desiderano poter passeggiare liberamente con i rispettivi bambini e far giocare gli stessi all’aria aperta. Sono i genitori – proseguono dai Comitati civici “Insieme per Corigliano” coordinati da Fabio Pistoia – ad evidenziare il deplorevole stato dei luoghi: giochi sporchi e rotti, erbacce, assenza di recinzione che impedisce l’ingresso di vandali, nonché di alcun sistema di videosorveglianza. Quella che doveva essere un’oasi nel verde, a pochi passi dal mare, per i più piccoli della nostra città, si è invece trasformata nell’ennesima dimostrazione dell’indifferenza istituzionale nei confronti degli spazi civici, del decoro urbano e del mondo dell’infanzia. Come Comitati popolari continueremo a tenere alta l’attenzione su questa problematica, proponendo e attuando anche iniziative risolutrici come già accaduto di recente per altre zone del territorio”.

Falcone (GeneraAzioni): “Contrada Bonifacio, un fiume a cielo aperto” - Un fiume a cielo aperto, nel cuore di Corigliano Scalo. Con grave dispersione di acqua utile per l’irrigazione degli attigui campi nonché fonte di disagio per gli automobilisti e di rischi di carattere igienico-sanitario per la comunità. A denunciare la situazione è il presidente della locale Associazione “GeneraAzioni”, Alfonso Falcone.

“Da alcuni giorni, in contrada Bonifacio, ai più conosciuta come “strada del Macello”, è presente un vero e proprio corso d’acqua che si evidenzia, soprattutto, nel tratto di strada ove è situato un antico pontino. Gli automobilisti in transito – dichiara Falcone – lamentano non poche difficoltà nel percorrere la zona in oggetto, ma il fatto ancor più grave è costituito dalla causa dalla quale deriva tale situazione, ossia una continua dispersione d’acqua che invece potrebbe e dovrebbe essere utilizzata per l’irrigazione dei numerosi campi presenti nell’area, campi dove gli agricoltori lavorano e ripongono non poco tempo e sacrifici della loro giornata”.

“Il mio appello – conclude Falcone – è pertanto rivolto ai preposti uffici del’ente locale, considerato anche il fatto che in contrada Bonifacio ha sede l’Autoparco comunale, affinché tale problematica possa essere finalmente affrontata e risolta nel più breve tempo possibile. È opportuno ricordare, inoltre, che il tratto di strada in questione è quotidianamente frequentato da numerosi cittadini poiché collega lo Scalo con alcune zone di campagna ed è arteria parallela a contrada Cozzo Giardino, sulla quale insistono istituti scolastici ed è notevole il traffico automobilistico”.

Ultime Notizie

NUOVO APPUNTAMENTO CON IL PROGETTO “PREVENZIONE E’ VITA” DEDICATO AI DANNI DALL’ALCOL - Nuovo appuntamento per il progetto “Prevenzione è...
"Le previsioni presenti in questo blog non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte...
Con un comunicato, che pubblichiamo in coda alla seguente nota, il cons. reg. avv. Gianluca Gallo ha fatto sapere che...
I GRANDI DELLA MUSICA: Il 16 Dicembre del 1770 ha aperto gli occhi al mondo uno dei più grandi musicisti...
Con la tradizionale distribuzione della Santa Lucia e la Cena della Solidarietà insieme agli anziani si è dato ufficialmente inizio...

Please publish modules in offcanvas position.