Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Frascineto. Parte Fase 2 del Covid 19

frascineto logoIl Comune di Frascineto riparte con la fase 2. Il sindaco Angelo Catapano, ha emanato una nuova ordinanza di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e recepimento del DPCM del 26 aprile ultimo scorso.

Rispetto al primo perido, l’ordinanza sindacale, prevede l’avvio del settore dell’edilizia e manifatturiero e del commercio all’ingrosso. Avvio delle attività di ristorazione e dei bar con servizio da asporto; possibilità di celebrare i funerali con un numero limitato di 15 persone; possibilità di spostarsi dal proprio comune, all’interno della propria regione per far visita ai propri congiunti, ad esclusione per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena; possibilità di uscire per svolgere attività motoria individuale, nel rispetto delle norme previste dal decreto della Presidente del Consiglio dei Ministri

Mentre, per quanto riguarda i rientri in Calabria, e nel particolare nel Comune di Frascineto, si fa riferimento a quanto disposto nell’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale, che ha predisposto un apposito piano di sicurezza relativo ai tamponi rino-faringei.

Una nuova fase che ci permetterà – dichiara Catapano -, di allentare, di poco, le restrizioni fino ad oggi osservate. E’ una fase delicata, dalla quale dipende il nostro futuro. Bisogna continuare – evidenzia -, a limitare le uscite al massimo se non in caso di stretta necessità, attenendosi alle regole e usando tutte le precauzioni che il caso richiede.

Un comportamento responsabile, così come lo è stato fino ad ora, ci agevolerà, nella ripresa della nostra quotidianità, seppur con le limitazioni. Questo momento delicato richiede il massimo sforzo – ha concluso -, perché nessuno rimanga indietro. Oggi, alla politica è richiesto di costruire un ‘altro palazzo’, in cui devono abitare le attese della povera gente. Al contrario, si rischia, però, di non fare nulla o di costruire ‘sulla sabbia’ e ciò, in questa fase, non ce lo possiamo permettere. 

Responsabile Ufficio Comunicazione

Francesco Garofalo

Ultime Notizie

Dopo qualche giorno dell'inaugurazione del cantiere sul terzo megalotto, ci sentiamo in dovere di ribadire che una strada nuova sul...
Le chiamano poltrone, ma diventano sempre piu scomode quando i loro giochetti in Regione vengono a galla. La Calabria oggi...
Anche gli dei non sono tutti uguali. Eos ovvero Aurora, la dea che commise un fatale errore perché lavorava troppo.
Quando il compianto prof. Alfonso Curto presentò lo stradario di Sibari e Lauropoli a cui aveva lavorato per circa un...
La Regione Calabria rilancia l’agricoltura biologica con un nuovo bando DalPsr un tesoretto di 20 milioni l’anno per un triennio Gallo: «Puntare...

Please publish modules in offcanvas position.