Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Cassano. L'opposizione svolge bene il suo compito

opposizione1.jpgI consiglieri comunali di opposizione, esprimono piena condivisione in merito all’Ordinanza 898 del 18.11.2020 del Sindaco, in riferimento ai tamponi verso tutte le attività commerciali e non che sono a diretto contatto con il pubblico.

In una nostra nota avevamo già auspicato uno screening generalizzato verso le persone più esposte giornalmente per motivi di lavoro o altre vicissitudini, l’istituzione attraverso enti ed associazioni di volontariato, presenti nel nostro Comune, di un punto dove effettuare tamponi rapidi (drive-in), pertanto non possiamo che essere soddisfatti dell’iniziativa del Sindaco sui tamponi a scopo precauzionale verso quelle categorie più esposte alle relazioni pubbliche. Apprendiamo con soddisfazione anche il contributo dell’Amministrazione verso i soggetti che si devono sottoporre a tampone, senza parate di sbandieratori su eventuali vittorie di poca rilevanza sostanziale.

Allo stesso tempo evidenziamo, come nota dolente, ex-ante l’ordinanza, la mancanza di un tavolo di concertazione, un coinvolgimento delle associazioni di categorie dei soggetti interessati dall’ordinanza, come lamentato dagli stessi esercenti.

L’Amministrazione, noi sosteniamo, che aveva il dovere se non l’obbligo, di stipulare una convenzione con laboratori di analisi o con associazioni di volontariato del settore presenti sul nostro territorio, per organizzare i tamponi verso i soggetti interessati dall’Ordinanza, in modo da gravare il meno possibile sui costi degli esercenti già stremati dall’emergenza sanitaria, sostenendo interamente il costo come già fatto per i circa 150 tamponi effettati verso di dipendenti e amministratori comunali. Ricordiamo la nostra ipotesi di destinare la somma delle luminarie natalizie proprio verso queste necessità ed emergenze.

Si ribadisce, al solito, che le nostre non vogliono essere polemiche, ma idee e fonti di ispirazione nell’interesse della nostra comunità.

Chiediamo esplicitamente un ulteriore e grande sacrificio economico alla nostra Amministrazione in modo da farsi carico dell’intero costo del tampone per i soggetti interessati. Altresì chiediamo, dato il notevole aumento del numero dei contagiati, l’organizzazione di postazioni attrezzate, mobili o fisse, dove effettuare tamponi rapidi, verso una platea sempre più ampia di soggetti, per avere un quadro sempre più dettagliato sull’evoluzione e il diffondersi del virus.  

A conclusione di questa nota, vogliamo sottolineare che prima di essere amministratori, siamo uomini, padri e madri di famiglia, cittadini che viviamo quotidianamente le preoccupazioni e le difficoltà che avvolgono il nostro Paese. Il nostro segnale è chiaro ed evidente, non populismo, ma una sola direzione il Bene Comune, oggi meno luminarie e più tamponi nel vero interesse della nostra comunità.

Ultime Notizie

Il 23 novembre del 1963 moriva a Santa Cruz il pianista e compositore cubano Ernesto Lecuona (1895-1963). Scrisse più di...
La sen.ce Silvana ABATE ci ha inviato il comunicato che segue: "Ho letto il comunicato inviato agli organi di informazione dalla...
"Le previsioni presenti in questo sito non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte le responsabilità...
Oggi andiamo a ricordare un altro compositore precocemente scomparso a soli 36 anni e che ha lasciato comunque segni importanti...
L’AMBITO SOCIO ASSISTENZIALE NUMERO N.4, - TREBISACCE COMUNE CAPOFILA, SBLOCCA FONDI REGIONALI PER LE STRUTTURE SOCIO SANITARIE PARI A 1.200.000...

Please publish modules in offcanvas position.