Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Cassano. Destinazione bene confiscato. Pericolo esondazione

Villa Forastefano.jpgLa giunta comunale, riunitasi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistita dal segretario generale Ciriaco Di Talia, ha discusso e approvato un apposito atto di indirizzo per il Responsabile del Settore Area Tecnica, ingegnere Luigi Serra Cassano, chiedendogli di valutare l’utilizzabilità dell’edificio ex Villa Forastefano, nonché a provvedere all’avvio delle procedure di gara per l’espletamento della progettazione tecnica del bene di che trattasi al fine della creazione di una struttura di inclusione sociale e assistenza “DOPO DI NOI”. Porta la data del 20 novembre, 2017, la formale consegna al Comune di Cassano All’Ionio da parte dell’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati, del decreto di assegnazione e delle chiavi di Villa Forastefano, uno stabile di oltre nove vani con il relativo terreno di pertinenza, ubicata alla contrada Don Giacinto della periferia del centro urbano di Doria, confiscato nel 2010, con un provvedimento della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Cosenza, divenuto definitivo nel 2013 con la sentenza emanata dalla Corte di Cassazione ai sensi delle leggi antimafia. Nel deliberato dell’esecutivo, si evidenzia, tra l’altro, la disponibilità del Comune di Trebisacce ad acquisire progettazione tecnica da parte del Comune di Cassano All’Ionio, al fine di provvedere alla presentazione del progetto “DOPO DI NOI” in Conferenza dei Sindaci, al fine di adoperare i Fondi stanziati nelle annualità 2016/2017, di cui al Decreto Interministeriale 23 novembre 2016 e seguenti, per un ammontare complessivo di € 102.799,60. Il Comune di Cassano, con il DPCM 17 luglio 2020, è stato destinatario della somma di € 48.463,75, per l’anno 2020, con il quale può finanziare lavori pubblici in infrastrutture sociali i cui lavori dovranno avere inizio entro il 21 aprile 2021. Il centro ‘Dopo di noi’, sarà una struttura dove poter accogliere i ragazzi ‘speciali’ portatori di handicap che restano soli dopo la morte dei genitori.

Serra Cassano Luigi.jpg

Con particolare riferimento al rilevato innalzamento dei livelli del Fiume Crati, sul versante comunale, con conseguente pericolo di esondazione, il Responsabile dell’Area Tecnica del Comune di Cassano All’Ionio, ingegnere Luigi Serra Cassano,(nella foto) con una formale comunicazione ha chiamato in causa le competenti autorità regionali, provinciali e locali affinché intervengano con celerità monitorando costantemente il sito fluviale predisponendo anche un eventuale pronto intervento. Nella comunicazione trasmessa al Prefetto di Cosenza, al Presidente f.f. della Giunta Regionale della Calabria, agli Assessori Regionali all’Ambiente e alle Infrastrutture, De Caprio e Catalfamo, alla Protezione Civile della Calabria, all’ArpaCal, alla Provincia di Cosenza e per conoscenza al sindaco di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, è stato esplicitato che l’iniziativa è stata dettata dall’esito di un sopralluogo effettuato dai tecnici comunali sugli argini del fiume Crati, che dopo le abbondanti piogge degli ultimi giorni, soprattutto all’altezza del ponte ferroviario linea Taranto - Reggio Calabria, hanno rilevato che le acque del Crati hanno già invaso le aree golenali, arrivando fino alla sommità dell’ultimo argine. Una sollecitazione, quindi, a intervenire, ricordando la tragedia datata 18 gennaio 2013, quando a causa delle incessanti piogge verificatesi nel periodo di riferimento il Crati esondò allagando completamente, fino a farla scomparire sotto migliaia di metri cubi di acqua e fango, tutta l’area archeologica dell’antica Sibari. Per cui, è importante prevenire in tempo utile con i dovuti interventi per scongiurare il ripetersi di disastri ambientali e culturali come quelli già vissuti.

Lì, 26.01.2021             Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni

Ultime Notizie

Col comunicato che segue in coda alla presente nota, gli organi della municipalità di Cassano Jonio fanno sapere che una...
(fig.1) Finalmente i quotidiani italiani s'interessano a quello che succede in Africa. Ci voleva l'uccisione di un nostro ambasciatore per...
#RosetoSiCura: Al via la campagna dei vaccini con l’apertura del Punto Vaccinale di Roseto Capo Spulico “Abbiamo davvero fatto di...
Sabato scorso,organizzato dal presidio di LIBERA di Cassano Ionio, è stato trasmesso on-line il webinar dal titolo "Ndrangheta, teniamoci a...
Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 9,2-10 2 E dopo sei giorni Gesù prende Pietro, Giacomo e Giovanni[1] e li...

Please publish modules in offcanvas position.