Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Cassano. Intitolazione di una piazza al sen. Frasca

PALAZZO DI CITTAA pochi giorni dalla sua dipartita, avvenuta a Cosenza lo scorso 27 marzo, su proposta del sindaco Gianni Papasso, è stata attivata la procedura per l’intitolazione dello spazio antistante il Palazzo di Città di Cassano All’Ionio, detto (Piazza Municipio), al Senatore socialista Salvatore Frasca per onorarne e ricordarne la figura e la storia che per lunghi anni lo ha visto protagonista. La giunta comunale, riunitasi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistita dal segretario generale Ciriaco Di Talia, sentita l’argomentata relazione del primo cittadino, ha approvato all’unanimità di modificare l’intitolazione della Piazza, attualmente denominata “Piazza Municipio” di Cassano centro, rinominandola “Piazza Salvatore Frasca”. Nel deliberato, è stato incaricato l’Ufficio Tecnico Comunale, Settore LL.PP., una volta definito l’iter burocratico, di apporre agli estremi di detta piazza appropriate targhe segnaletiche di materiale resistente con l’indicazione della denominazione, mentre il Responsabile del Settore Affari Generali è stato incaricato di trasmettere copia dell’atto deliberativo alla Prefettura di Cosenza, per i provvedimenti previsti dall’Art.1 della Legge 23 giugno 1927, n.1188, in quanto l’attribuzione dovrà avvenire in deroga, ora da parte della Prefettura competente per territorio, delegata dal Ministero dell’Interno, alla medesima norma, che stabilisce che non si possono attribuire a strade o luoghi pubblici nomi di persone che siano decedute da meno di dieci anni. La circolare in questione, emanata dal Ministero Interno Amministrazione Centrale Enti Locali n. 18 datata 23 settembre1992, attribuisce, infatti, al Prefetto la facoltà di autorizzare, in deroga al disposto della norma in materia, l’intitolazione di luoghi pubblici a personaggi contemporanei deceduti da meno di dieci anni, in considerazione dei meriti dagli stessi conseguiti. Il Sen. Salvatore Frasca, era nato a Cassano All’Ionio nel 1928 e deceduto   a Cosenza il 27 Marzo dell’anno in corso. La ratio dell’iniziativa, si evince dal deliberato, è quella di rendere onore ad una figura prestigiosa, che ha segnato, con il proprio impegno, il proprio pensiero e la propria lungimiranza politica la storia della Calabria e della città di Cassano. E’ stato uno dei principali ispiratori, insieme al Sen. Gino Bloise, delle lotte contadine degli anni ’50 a Cassano per la conquista delle terre e il riconoscimento dei diritti. Iscritto fin da giovanissimo al Partito Socialista Italiano, ha ricoperto diversi incarichi tra i quali quelli di Consigliere e Assessore Provinciale, Presidente della Camera di Commercio di Cosenza, Deputato per tre legislature e Senatore della Repubblica per due, Presidente della Commissione Bicamerale Igiene e Sanità, membro della Commissione Parlamentare Antimafia, Presidente della Cassa Marittima Meridionale e Sottosegretario al Ministero di Grazia e Giustizia. Il Sen. Salvatore Frasca, ha, inoltre, ricoperto per più di dieci anni la carica di Sindaco della Città di Cassano All’Ionio lasciando tracce evidenti ed indelebili del suo operato. Memorabile, nella sua esperienza di Sindaco di Cassano, di Parlamentare e componente della Commissione Parlamentare Antimafia, la lotta contro le cosche della Sibaritide e della Calabria e i loro capi. Dotato di grande coraggio e determinazione, fin dalla giovanissima età, si è battuto per i diritti delle classi più deboli e si è   speso per l’affermazione dei principi di democrazia, giustizia e libertà, in un’epoca segnata da forti squilibri sociali e disuguaglianze. Nella relazione del sindaco Papasso, cresciutosi alla sua scuola, viene, tra l’altro, sottolineata la determinazione del Sen. Frasca nella lotta contro i poteri forti, la mafia e la delinquenza organizzata. Il nome di Salvatore Frasca, recita il deliberato della giunta comunale, rievoca quei valori universali di libertà, democrazia, giustizia, uguaglianza e fratellanza, che l’Amministrazione Comunale di Cassano intende promuovere e riproporre, soprattutto alle giovani generazioni che, considerato il periodo di grave crisi culturale e sociale, hanno più che mai bisogno di riscoprire e far propri tali principi, per affrontare meglio il presente e prepararsi a gestire il futuro. L’atto, è stato reso all’unanimità immediatamente eseguibile.

Lì, 06.04.2021                                Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni

Ultime Notizie

Domani a Villapiana il web tour di “Giro dell’Italia: Centro Mobile di sostegno e supporto per le vittime di bullismo...
E’ da tanto che non pubblichiamo poesie. No, non siamo insensibili all’emozione provocata dalle parole, ma oggi c’è addirittura un’invasione...
(foto: nuovo tracciato in rosso, immagini ingrandite in coda alla presente nota) Ho partecipato alla presentazione dell'ipotesi di tracciato del...
La Giunta Comunale, riunitasi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistita dal segretario generale Ciriaco Di Talia, in ossequio...
Il re è nudo

Il re è nudo

14.04.2021
Si è sempre sostenuto che i danni maggiori per la città delle diverse sindacature Papasso, piuttosto che da ricercare nelle...

Please publish modules in offcanvas position.