Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Cassano. "Noi di Centro" attenziona i tirocinanti del Comune

guerrieri.jpgGuerrieri (NDC): “Chiediamo dignità per gli ex mobilità, lavoratori indispensabili per il Comune”

A Cassano c’è un gruppo di infaticabili lavoratori, i tirocinanti ex mobilità in deroga che fanno di tutto per dare un grande servizio alla macchina della pubblica amministrazione cassanese. I lavoratori che evidentemente hanno apprezzato la nostra protesta sulla nuova tassa, l’addizionale comunale irpef, preferiscono confrontarsi con politici seri e non con il silenzio delle sigle dei confederali che non hanno aperto bocca sull’irpef e su altre questioni. Anche se da parte mia c’è sempre volontà di collaborare con tutti, prendo atto di questa triste realtà. Per questo sono qui a difendere i tirocinanti ex mobilità in deroga, che da qui a poche settimane, se la situazione non dovesse cambiare, sono deciso a riunire perché non è assolutamente possibile andare avanti in questo modo. In primis occorre ricordare che le regole dovrebbero valere per tutti ed ognuno dovrebbe svolgere le sue mansioni in base a livelli e qualifiche perché è sotto gli occhi di tutti che questi lavoratori sono pagati da serie C ma nello svolgimento del servizio, da loro, vengono pretese prestazioni da serie A. Lavoratori che non hanno malattia o ferie ad esempio, ma nonostante ciò sono sempre umilmente in trincea e pronti al duro lavoro che c’è da svolgere. Ad esempio, non capiamo come rispetto alla gestione commissiariale siano stati assegnati dei livelli diversi, decisamente per alcuni più bassi. Ricordiamo che questi lavoratori non sono tenuti a fare alcuni lavori che pur vengono richiesti a gran voce, perché non coperti assicurativamente se espressi al di fuori delle proprie mansioni, come ad esempio guidare mezzi o fare lavori rischiosi all'aperto, senza ordini di servizio, cosa che almeno avveniva prontamente con i commissari. Chiedo all’Amministrazione Comunale chi pagherebbe loro se succedesse qualcosa senza un ordine di servizio? Infine ricordo che il Comune per loro non sborsa un euro, sono pagati da altri enti a 700 euro al mese. Chiediamo dignità dunque e la chiediamo anche all’Amministrazione Comunale ed in primis al Sindaco ed all’Assessore al ramo, a cui non vogliamo addossare le colpe perché non possono essere onnipresenti, però certamente potrebbero fare tanto ora che sono venuti a conoscenza della situazione.
Michele Guerrieri (Segretario Nazionale Giovani Noi Di Centro)

Ultime Notizie

L'associazione Musicale The Voice of Soul invita a partecipare alla manifestazione “LA SOLIDARIETÀ SI FA VOCE”, che si terrà Domenica...
In relazione ai magnifici progetti, da realizzare e in parte realizzati, illustrati al pubblico recentemente dal direttore del Parco Archeologico...
Daniela Nigro sale sul podio più alto dei visagisti e truccatrici d'Italia. Il Make up artist trebisaccese ha conquistato la...
Coldiretti Calabria: gli anziani, “mai così numerosi come adesso”, in Calabria non sono “un peso”, ma una risorsa. Quasi il...
Il futuro è qui. Oltre le sole progettualità, ben al di là delle parole di rito, l’Istituto “Ezio Aletti” di...

Please publish modules in offcanvas position.