Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Stoccaggio di rifiuti abusivo a Villapiana

munnizza1.jpgE' giunto in redazione dal comune di Villapiana il comunicato che segue, col quale viene diffusa una notizia che ci allarma e non poco. Qualcuno (ancora non è dato sapere se si tratta di un'organizzazione che opera su scala più ampia) accumulava rifiuti indifferenziati in un capannone. Sappiamo che esiste un certo traffico di rifiuti indifferenziati per particolari attività di riciclaggio degli stessi e fin quì non ci sarebbe nulla di male se fossero autorizzate. Il problema nasce quando non si conosce la qualità dei rifiuti in questione, essendo appunto indifferenziati, e il riciclaggio viene effettuato solo per il materiale "commercializzabile" ad es. alluminio, materiali ferrosi, plastiche ecc, ma il resto dove va a finire? Per "resto" intendiamo tutto ciò che è nocivo per l'ambiente e quindi per la nostra salute. Meritevole l'attività delle forze dell'ordine e del sindaco che ha denunciato subito l'accaduto all'autorità giudiziaria. (La redazione)

Sequestrata area per stoccaggio non autorizzato di rifiuti.

Il sindaco Montalti si costituirà parte civile

Questa mattina è stata sequestrata un’area utilizzata per stoccaggio non autorizzato di rifiuti.

munnizza.jpgGrazie alla segnalazione di un funzionario comunale è stato individuato un vecchio capannone in contrada Varco dell’Antenna dove risulta stoccata abusivamente una enorme quantità di rifiuti, costituiti da circa 120 balle di scarti da indifferenziata per oltre 1800 quintali di rifiuti.

Dopo averne dato comunicazione alle forze di Polizia, il sindaco, avvocato Paolo Montalti, ha disposto immediatamente la sorveglianza dell’intera zona anche nelle ore notturne, in attesa dei provvedimenti di urgenza da parte degli organi di polizia giudiziaria per impedire interventi ed ulteriori scarichi abusivi.

I Carabinieri della Caserma di Villapiana dopo la segnalazione del funzionario comunale, avendo disposto dei controlli del sito per intercettare i responsabili del trasporto illecito e dell’abbandono di rifiuti, nel pomeriggio di ieri hanno disposto il fermo di un autocarro, contenente ulteriori 300 quintali di scarti da rifiuto indifferenziato, che gli autisti si accingevano a scaricare nel piazzale antistante il capannone in contrada Varco dell’Antenna di Villapiana.

Dopo aver individuato il capannone con i rifiuti, grazie alle operazioni di sorveglianza immediatamente disposte, è stato possibile fermare ed impedire lo scarico di altri rifiuti.

I Carabinieri di Villapiana, al comando del Brigadiere Daniele Zaccaria e la Polizia Municipale, previa autorizzazione del Magistrato della Procura di Castrovillari, hanno disposto il fermo con sequestro del bilico contenente i rifiuti e dell’area antistante il capannone.

Sono stati quindi identificati i due autisti conducenti dell’autocarro e denunciati all’autorità giudiziaria.

Nei prossimi giorni si procederà alla caratterizzazione dei rifiuti e alla classificazione quindi della tipologia degli scarti abbandonati illecitamente.

Il sindaco Montalti, nello stigmatizzare la inaudita gravità del danno ambientale, ha già anticipato che il Comune di Villapiana si costituirà parte civile nell’instaurando procedimento a carico dei responsabili.

munnizza2.jpg.jpeg

 

Ultime Notizie

Sapevamo che da decenni nei magazzini della zona archeologica di Sibari (inizialmente delle semplici baracche di legno) giacevano migliaia...
Ancora protagonisti le allieve e gli allievi dell’Istituto “Ezio Aletti” di Trebisacce. E anche lontano dalle proprie aule: negli ultimi...
La nostra premier Giorgia Meloni ci ha abituato a battute "surreali", anche divertenti tutto sommato se non fossero pronunciate da...
Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 5,13-16 - Is 58,7-10 In quel tempo Gesù disse:«13Voi siete il sale della terra; ma...
Si è concluso ieri l’importante workshop che ha dato il via alla seconda fase del progetto “Verso un Museo del...

Please publish modules in offcanvas position.