Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Rocca Imperiale: Festa degli Alberi

alberi rocca.jpgAnche a Rocca Imperiale si è svolta, come nella maggior parte delle scuole italiane, la Giornata Nazionale degli alberi, un vero e proprio giorno per i polmoni verdi, istituito nel 2013 dal Ministero dell’Ambiente.

Protagonisti della giornata i bambini della scuola paritaria guidata dal preside, dottor Walter Bellizzi, sotto la gestione della Cooperativa Sociale "Verso l'Altro". Come è naturale i bambini hanno una simpatia istintiva per la natura, basta osservare i loro disegni per vedere quanto siano popolati da fiori, alberi, soli e cieli splendenti. Questo amore istintivo che il bambino nutre per la natura stessa, ha gettato le basi di un percorso didattico, culturale e sensoriale che ha avuto il suo fulcro presso il vivaio di Tommaso La Malfa situato a Policoro (MT).

Ad accogliere bambini ed insegnati è stato il signor Tommaso, che ha mostrato ai bimbi le varie serre che accolgono al loro interno una molteplicità di alberi, fiori e piante, facendoli immergere in un mondo pieno di colori, odori e storie; il signor Tommaso ha parlato loro delle piante di limoni, degli ulivi, degli abeti, delle stelle di Natale e delle piante che vengono usate anche in cucina: menta, basilico, rosmarino e salvia. Successivamente ha realizzato insieme ai bimbi un laboratorio didattico, facendoli diventare dei piccoli giardinieri, infatti, hanno piantato in alcuni vasi dei semi di salvia. A conclusione di tale esperienza hanno degustato del pane condito con zucchero ed olio.

alberi.jpgL’apprendimento è avvenuto attraverso l’esplorazione, l’azione e il contatto diretto con piante, alberi e fiori, la natura, l’arte, il territorio, in una dimensione ludica, da intendersi come forma tipica di relazione e conoscenza. La finalità principale oltre a far comprendere l'importanza della natura è stata quella di insegnare loro l’ecologia, la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria e quindi della vita stessa, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero.


FILASTROCCA DELL’ALBERO

Albero abbraccio e respiro del mondo

Strade radici che arrivano in fondo

Chissà da dove arriva il tuo suono

Suono che parla di un cuore buono

Chissà da dove arriva il tuo canto

Canto di foglie che vibra d’incanto

Mentre ti ascolto, ti parlo e ti penso

E il mio discorso diventa denso:

Tieniti stretto a questa terra

Cresci più libero

Afferra il cielo, portalo a noi

Tieniti i tuoi sogni più in alto che puoi

E se qualcuno ti viene a strappare

Tu vienimi a chiamare.

Caterina La Banca

Ultime Notizie

L'associazione Musicale The Voice of Soul invita a partecipare alla manifestazione “LA SOLIDARIETÀ SI FA VOCE”, che si terrà Domenica...
In relazione ai magnifici progetti, da realizzare e in parte realizzati, illustrati al pubblico recentemente dal direttore del Parco Archeologico...
Daniela Nigro sale sul podio più alto dei visagisti e truccatrici d'Italia. Il Make up artist trebisaccese ha conquistato la...
Coldiretti Calabria: gli anziani, “mai così numerosi come adesso”, in Calabria non sono “un peso”, ma una risorsa. Quasi il...
Il futuro è qui. Oltre le sole progettualità, ben al di là delle parole di rito, l’Istituto “Ezio Aletti” di...

Please publish modules in offcanvas position.