Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Il distretto sanitario Jonio-Nord è senza dirigente

GarofaloA seguito del pensionamento del dott. Giovanbattista Genova, il Distretto Sanitario “Jonio-Nord”, da circa due mesi, risulta essere senza guida. E tra le numerose problematiche, a cui è chiamato ad affrontare il neo commissario straordiantrio dell'azienda sanitaria provinciale di Cosenza, riteniamo - scrive Francesco Garofalo, portavoce del comitato al diritto alla salute, di Cassano All'Ionio - opportuno procedere alla nomina del nuovo dirigente, di uno dei distretti più vasti della Calabria. La vastità dei problemi, che va dalla riorganizzazione della medicina territoriale, alla gestione dei poliambulatori, va affrontata con chi è preposto a dare risposte alle istanze provenienti dalle esigenze dei territori interessati, attraverso la figura apicale. Nominare subito il responsabile del Distretto Socio-Sanitario “Jonio-Nord”, è perciò quanto mai urgente, specie in questo particolare momento dovuto alla pandemia da covid-19. Una figura - evidenzia Garofalo -, che va anche ripensata su un nuovo modello di management, che lavori in stretta sinergia con le amministrazioni locali e con la rete degli attori per progettualità condivise con le associazioni che si occupano dei diritti dei malati. Così come, sul tappeto restano aperte tutte le problematiche, che riguardano le nomine dei dirigenti medici del laboratorio d'analisi di Cassano e dell'Hospice, del responsabile del gabinetto di odontoiatria e quello di endocrinologia e, non per ultimo, il miglior funzionamento di tutta la struttura del poliambulatorio e della sempre più carente qualità dei servizi, soprattutto, per quel che attiene al dimezzamento dei tempi di attesa. Senza tralasciare - ha concluso -, la richiesta di dotare il poliambulatorio della città delle terme, di uno strumento indispensabile, quale l'ecografo, a servizio delle tante donne che si rivolgono al consultorio familiare. Uno strumento importante, soprattutto, sotto l'aspetto del prezioso discorso della prevenzione, ove sussista l'insorgere di patologie anche tumorali.

Ultime Notizie

L'associazione Musicale The Voice of Soul invita a partecipare alla manifestazione “LA SOLIDARIETÀ SI FA VOCE”, che si terrà Domenica...
In relazione ai magnifici progetti, da realizzare e in parte realizzati, illustrati al pubblico recentemente dal direttore del Parco Archeologico...
Daniela Nigro sale sul podio più alto dei visagisti e truccatrici d'Italia. Il Make up artist trebisaccese ha conquistato la...
Coldiretti Calabria: gli anziani, “mai così numerosi come adesso”, in Calabria non sono “un peso”, ma una risorsa. Quasi il...
Il futuro è qui. Oltre le sole progettualità, ben al di là delle parole di rito, l’Istituto “Ezio Aletti” di...

Please publish modules in offcanvas position.