Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Ass. reg. Gallo: Vigneti, Cinghiali, Giovani agricoltori

Gallo GianlucaPubblicato l’avviso per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti

Più di 2 milioni per accrescere la competitività del settore vitivinicolo regionale

L’Assessore Gallo: «Dalla Regione punti fermi in un momento di grandi incertezze»

Puntare alla competitività del settore vitivinicolo. Questa la finalità dell’avviso pubblicato - insieme alle relative disposizioni attuative -sul portale istituzionale www.regione.calabria.it,in riferimento alla misura del Programma nazionale di sostegno OCM (Organizzazione comune di mercato)“Ristrutturazione e riconversione dei vigneti”, per la campagna 2020/2021.«Attraverso questa importante misura - spiega l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – ci poniamo l’obiettivo di accrescere la competitività delle aziende vitivinicole calabresi. La misura in questione, difatti, prevede il finanziamento di interventi per il rinnovamento degli impianti viticoli, al fine divalorizzare la tipicità dei prodotti legati al territorio ed ai vitigni tradizionali di maggior pregio enologico o commerciale, migliorare le tecniche di gestione dei vigneti, ridurre i costi di produzione attraverso l’introduzione della meccanizzazione parziale o totale delle operazioni colturali». Sottolinea Gallo: «Con risorse pari a 2.258.926,47 euro, assegnate alla Calabria dal Mipaaf, garantiremo un sostegno importante alle aziende del settore che hanno fatto passi da gigante negli ultimi anni, in termini qualitativi e quantitativi. Considerate le difficoltà dovute al lockdowne l’incertezza sull’entità della dotazione finanziaria assegnata dall’Unione Europea all’Italia per il periodo 2021-2027,i produttori vitivinicoli regionali hanno bisogno di punti fermi: questa forma di sostegno pubblico costituisce un punto di partenza necessario per la tutela e la promozione della qualità dei nostri vini».

Nello specifico, il bando è rivolto alle aziende produttrici di varietà destinate ai vini a denominazione d’origine o a indicazione geografica, intenzionate a programmare azioni di riconversione varietale, ristrutturazione mediante diversa collocazione o modifica della forma di impianto e coltura, miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti.La presentazione delle domande di sostegno dovrà avvenire entro il 30 Agosto 2020.

Cinghiali: la Regione accelera

Dopo il pronunciamento della Corte Costituzionale si valutano modifiche legislative

L’Assessore Gallo: «Lavoriamo per arginare l’emergenza, ma serve intervento Parlamento»

«Abbiamo già dato mandato agli uffici di valutare la portata del pronunciamento della Corte Costituzionale. Valutiamo modifiche alla normativa regionale per arginare l’emergenza, ma occorre un intervento del Parlamento per soluzioni definitive».

Lo dice l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, commentando la sentenza con cui la Consulta – nei giorni scorsi - ha sancito la legittimità costituzionale della legge regionale delle Marche, recante “norme per la protezione della fauna selvatica e per la tutela dell'equilibrio ambientale e disciplina dell’attività venatoria”, anche nella parte in cui prevede che nell’attuazione dei piani venatori le guardie venatorie provinciali possano avvalersi anche dei proprietari o conduttori dei fondi, purchè muniti di licenza per l’esercizio venatorio. «Il Dipartimento – dice Gallo – già da qualche giorno è impegnato in una compiuta e approfondita valutazione dei contenuti della sentenza, al fine di verificare se e quali innovazioni possano essere eventualmente innestate nella legislazione regionale calabrese per rendere più efficiente le attività di contenimento dell’emergenza, se del caso anche attraverso la presentazione di uno specifico progetto di legge». Aggiunge Gallo: «Col nuovo piano di selezione a Maggio abbiamo portato da 3.000 a 10.000 il numero di capi da abbattere e ci stiamo adoperando per non lasciar nulla di intentato allo scopo di circoscrivere l’emergenza. Tuttavia, nessuna soluzione risolutiva potrà esservi senza l’intervento del Parlamento: servono, a livello nazionale, norme più adeguate. Il ministro Bellanova, a più riprese, ha dichiarato di avere ben presente questa necessità e di ritenerla condivisibile, chiarendo tuttavia come le perplessità del ministero dell’ambiente frenino la svolta auspicata. Confidiamo che tale situazione di stallo possa essere presto superata, anche attraverso l’impegno della deputazione parlamentare calabrese ed in particolare dei deputati e senatori che sostengono il Governo Conte».

Oltre 10 milioni e mezzo di pagamenti tra Psr e Domanda Unica

Risorse destinate all’ammodernamento delle aziende ed all’imprenditoria giovanile

L’Assessore Gallo: «Investiamo in competitività e futuro dell’agricoltura calabrese»

Liquidità al comparto agricolo. Continuano le erogazioni dell’organismo pagatore Arcea che, in collaborazione con il Dipartimento Agricoltura, ha elaborato il kit decreto numero 98 relativo al Programma di Sviluppo  Rurale 2014/2020. «La fetta più importante di questa tranche di risorse comunitarie - spiega l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo - andrà a finanziare l’ammodernamento delle aziende agricole calabresi, insieme al ricambio generazionale. Oltre sei milioni di euro, infatti, sono per i beneficiari della Misura 4, mentre più di un milione andrà a giovani imprenditori. Un apporto fondamentale, soprattutto nella difficile fase post Covid, finalizzato a dare supporto agli agricoltori calabresi impegnati in progetti di innovazione e sviluppo che daranno valore aggiunto all’intero comparto agroalimentare regionale».

In particolare, saranno 304 i beneficiari del Psr in favore dei quali saranno ripartiti complessivamente 8.662.022,84 euro. Nel dettaglio, il kit 98 comprende - oltre ai pagamenti relativi alla Misura 4 “Investimenti in immobilizzazioni materiali” ed alla Misura 6 “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese” - il sostegno alla forestazione (Misura 8 “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”, con 263.596,35 euro a 28 aziende forestali regionali); a tre Comuni (Misura 7 “Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”, con 54.854,87 euro); a due Gruppi di Azione Locale (Misura 19 “Leader”, con 39.414,91 euro); alla cooperazione (Misura 16, con 28.837,12 euro). Inoltre, grazie al kit decreto 98 saranno liquidate anche risorse collegate alle misure a superficie del Psr: 501.662,19 euro sono destinati a 91 beneficiari della misura 10 “Pagamenti agro-climatico-ambientali”; 117.079,13 euro sono riservati a 37 beneficiari della Misura 11 “Agricoltura biologica” e 4.189,5 euro, infine, ad un’azienda zootecnica (nell’ambito della Misura 14 “Benessere degli animali”). «Per quanto riguarda la Domanda unica - conclude l’Assessore - è già stato liquidato il decreto numero 13 dell’annualità 2019, grazie al quale 1.265 beneficiari riceveranno risorse pari a  1.968.516,62 euro».

Segreteria dell’Assessore all’Agricoltura

Regione Calabria

Ultime Notizie

Domenica 16 Agosto la seconda edizione del Premio Laghi di Sibari Il prestigioso riconoscimento riservato alle eccellenze del Sud Nel corso...
Discariche di Cassano e Castrovillari: la Regione finanzia la chiusura Dalla giunta Santelli altri 3.700.000 euro per il risanamento dei due...
La domanda che mi chiesi quando per la prima volta, molti decenni fa, mi trovai al cospetto dell’Arena di Verona,...
"Le previsioni presenti in questo SITO non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte le responsabilità...
Nella splendida cornice di Villa Fidelia a Spello (PG) seconda edizione di “Stati d’arte”: mostra internazionale di arte contemporanea con...

Please publish modules in offcanvas position.