Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Da Corigliano a Sanremo: Kermesse in crescita

Monika.jpgNuove aziende e associazioni saranno presenti a Sanremo nei giorni del Festival. La bella iniziativa sta avendo un grande successo eccovi le News-Entry: Le creazioni dell’Associazione coriglianese “L’Officina delle Idee” - l’Olio Biologico Straface - L’iniziativa “Adottaunclementino” di Aldo Salatino, quest'ultima approda anche ad Amatrice per la gioia dei bambini locali.

(foto: Monika Kiemlik, Fabio Pistoia, Giulia Giordano e Raffaella Marrazzo)

Le originali novità di Giulia Giordano, Raffaella Marrazzo e Monika Kiemlik proposte nella città dei fiori

Era il 2015 allorquando s’annunciava, senza enfasi ma con legittima soddisfazione e rinnovata speranza, la nascita, a Corigliano Calabro, di un sodalizio culturale dalla significativa denominazione: L’OFFICINA DELLE IDEE. Oggi, a tre anni di distanza da tale costituzione ufficiale, la predetta Associazione socio-culturale non può che tracciare un positivo bilancio e annunciare per il futuro nuove iniziative. A conferma della bontà del nome prescelto, l’Associazione si è infatti rivelata per quello che si prefiggeva d’essere: laboratorio di idee, fucina di talenti, luogo dedito all'estro e alla creatività. Il frutto di una vera e propria affiatata 'famiglia’ che, con umiltà e tanta buona volontà, si adopera tutti i giorni per realizzare autentiche meraviglie e confermarsi realtà associazionistica impegnata concretamente nel mondo del sociale, dell’aggregazione, della cultura. Il merito di tale intuizione va ascritto alle fondatrici e responsabili de “L’Officina delle Idee”: Giulia GIORDANO, Raffaella MARRAZZO, Monika KIEMLIK. Tre donne sensibili e laboriose, tre donne capaci di coniugare famiglia, lavoro, routine quotidiana con la loro passione: creare dal nulla opere d’arte degne di questo nome, spaziando dalla costruzione e decorazione di piccoli oggetti alla realizzazione di decapaggio e decorazioni dei mobili.

La fantasia alle tre ‘menti’ dell’Associazione non manca certamente, e riescono perciò a regalare a chi si accosta alla loro attività delle sorprese che lasciano senza parole per lo stile semplice ma elegante, uno stile che ben si adatta a qualsiasi tipo di ambiente e per ogni esigenza. Oggi, a conferma di tutto ciò, si registra un’importante novità: “L’Officina delle Idee” sarà presente, con alcune originali creazioni, nella prima decade del mese di febbraio (da domenica 4 a domenica 11), nella splendida cornice di SANREMO, in concomitanza con l’edizione n. 68 del celebre FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA, nell’ambito di una serie di iniziative dedicate alle eccellenze della Calabria, in particolare di Corigliano e della Sibaritide.

Le esposizioni (creazioni d’arte, prodotti tipici, testi di autori locali) avverranno nel centro di Sanremo, dislocate sia in modo permanente che itinerante tra le hall di strutture ricettive, nonché presso associazioni del luogo, e saranno curate da un gruppo di giornalisti, blogger e operatori del mondo della comunicazione provenienti da diverse località italiane, in collaborazione con realtà culturali sanremesi e comunità di residenti, nell’ambito di un’iniziativa nazionale di marketing territoriale. Referente di zona, per il comprensorio Sibaritide-Pollino, è il giornalista Fabio PISTOIA.

Saranno dunque anche le pregevoli novità de “L’Officina delle Idee” ad essere tra le protagoniste nel periodo clou della città dei fiori, perla della Liguria e simbolo del Belpaese nel mondo. Un risultato lusinghiero, che fa onore sia alle responsabili dell’Associazione che all’intera comunità coriglianese, poiché sinonimo di Arte come mezzo socializzante e diffusore di messaggi positivi, fecondi per il territorio e le nuove generazioni. Un autentico spazio d’incontro e di crescita individuale e collettiva, capace di far trovare conforto, valore e identità, che si pone l’obiettivo di ravvivare il tessuto artistico-culturale locale e far emergere le capacità di chi, per professione o per diletto, ha la propensione e la volontà di fare e mettersi in gioco.

 

L’Extravergine d’Oliva prodotto nella Piana di Sibari prescelto per la città dei fiori

Fabio Straface e Fabio Pistoia.jpg(foto: Fabio Straface e Fabio Pistoia) Immersa negli uliveti della Piana di Sibari, in un’atmosfera quasi surreale. A stretto contatto con odori e sapori di una tradizione mai scalfita dal tempo, piuttosto tramandata e rimodulata in un’ottica futuristica. L’Azienda Agricola Straface Fabio – con sede in località Mandria del Forno, nel comune di Corigliano Calabro – vanta una storia di bontà e di qualità lunga circa quindici anni, resa grande e inconfondibile grazie alla lungimiranza di un’impresa di famiglia che nella provincia di Cosenza affonda le sue radici. Una storia fatta di orgoglio e passione per le proprie origini, laddove, tra non pochi sacrifici, l’Azienda si è sempre distinta per la capacità di coniugare la tradizione con l’innovazione, adattando nuove tecniche di elaborazione di un prodotto salutare e gustoso con l’esigenza di mantenere vivi i saggi insegnamenti degli avi. Nel solco del cammino laborioso imprenditoriale intrapreso, l’Azienda si è andata specializzando nell’offerta al consumatore del suo pregiato Olio Extravergine di Oliva, rigorosamente Biologico al 100%. Il titolare, Fabio Straface, è un giovane innamorato della propria terra, che con scrupolosa attenzione dirige e segue personalmente ogni giorno tutte le fasi di lavorazione del prodotto, riuscendo a garantire un ottimale rapporto qualità-prezzo in grado di soddisfare tutte le fasce dell’utenza.

Oggi, a conferma di tutto ciò, si registra un’importante novità per l’intera comunità cittadina: l’Azienda Agricola Straface Fabio sarà presente, con il proprio Olio Biologico da degustare, nella prima decade del mese di febbraio (da domenica 4 a domenica 11), nella splendida cornice di SANREMO, in concomitanza con l’edizione n. 68 del celebre FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA, nell’ambito di una serie di iniziative dedicate alle eccellenze della Calabria, in particolare di Corigliano e della Sibaritide. Le esposizioni (creazioni d’arte, prodotti tipici, testi di autori locali) avverranno nel centro di Sanremo, dislocate sia in modo permanente che itinerante tra le hall di strutture ricettive, nonché presso associazioni del luogo, e saranno curate da un gruppo di giornalisti, blogger e operatori del mondo della comunicazione provenienti da diverse località italiane, in collaborazione con realtà culturali sanremesi e comunità di residenti, nell’ambito di un’iniziativa nazionale di marketing territoriale. Referente di zona, per il comprensorio Sibaritide-Pollino, è il giornalista Fabio PISTOIA.

L’Olio Straface sarà dunque tra i protagonisti nel periodo clou della città dei fiori, perla della Liguria e simbolo del Belpaese nel mondo. Un grande risultato per questo prodotto che annovera moltissime proprietà utili alla salute. È l’unico olio che si ottiene dal frutto della pianta e dalla spremitura meccanica delle olive, escludendo qualsiasi trattamento industriale. Quello realizzato dall’Azienda Straface è una vera e propria “spremuta di natura” che non può che fare bene ed essendo ricco di vitamine e antiossidanti protegge dai radicali liberi e favorisce la salute dell’organismo. Per queste ragioni, l’Olio Extravergine di Oliva rappresenta uno degli ingredienti fondamentali per una vita sana. Tra le proprietà e i benefici di questo alimentare prodotto della terra vi è anzitutto quello di abbassare il colesterolo, tanto da essere considerato un alimento fondamentale della “dieta mediterranea” nonché elemento primario nella cura e nella prevenzione di diverse patologie, in primis malattie cardiache e ictus. Senza dimenticare, inoltre, la millenaria storia dell’olio e il suo impiego “cosmetico” tra i popoli antichi. Un vero e proprio toccasana, dunque, che ora varcherà i confini regionali.

 

L’iniziativa “Adottaunclementino” di Aldo Salatino approda nella città dei fiori

(foto: Aldo Salatino e Fabio Pistoia) Nella prima decade del mese di febbraio (da domenica 4 a domenica 11), nella splendida cornice di SANREMO, in concomitanza con l’edizione n. 68 del celebre FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA, avranno luogo una serie di iniziative dedicate alle eccellenze della Calabria, in particolare di Corigliano e della Sibaritide.

Le esposizioni (creazioni d’arte, prodotti tipici, testi di autori locali) avverranno nel centro di Sanremo, dislocate sia in modo permanente che itinerante tra le hall di strutture ricettive, nonché presso associazioni del luogo, e saranno curate da un gruppo di giornalisti, blogger e operatori del mondo della comunicazione provenienti da diverse località italiane, in collaborazione con realtà culturali sanremesi e comunità di residenti, nell’ambito di un’iniziativa nazionale di marketing territoriale. Referente di zona, per il comprensorio Sibaritide-Pollino, è il giornalista Fabio PISTOIA.

Ebbene, ad essere protagonisti nel periodo clou della città dei fiori, perla della Liguria e simbolo del Belpaese nel mondo, saranno i frutti che di Corigliano Calabro e della Piana di Sibari ne rappresentano l’eccellenza primaria: le Clementine. E per l’esattezza, le Clementine dell’ormai celebre brand “ADOTTAUNCLEMENTINO” ideato dall’imprenditore Aldo SALATINO, intelligente e creativo uomo innamorato della propria terra, capace di far decollare una così geniale intuizione ad alti livelli, tanto da coinvolgere anche personaggi del grande schermo e noti chef.

L’agrume dall’inconfondibile gusto e dal profumo inebriante, peraltro in possesso di tante proprietà salutari, farà dunque bella mostra di sé a Sanremo, nella settimana del Festival, anzi dalla domenica precedente al suo inizio al giorno successivo alla sua conclusione, secondo modalità e momenti degustativi che verranno illustrati nel dettaglio prossimamente.

Un vero e proprio traguardo per “Adottaunclementino” che permette a chiunque di ricevere al proprio domicilio, alla modica spesa di cinquanta euro e senza alcun costo aggiuntivo, circa trenta chilogrammi di Clementine, adottando una pianta e seguendone passo dopo passo, attraverso lo strumento della geolocalizzazione, il percorso di maturazione. Iniziativa che, oltre a consentire anche a coloro che risiedono a migliaia di chilometri di distanza di ricevere le Clementine, tutte al naturale e prive di alcun trattamento, contribuisce fattivamente ad una giusta causa: per ogni adozione viene infatti devoluta una piccola parte all’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

 

 

L’iniziativa “Adottaunclementino” a favore delle famiglie terremotate

Logo Adottaunclementino.jpgAlfonso AVERSENTE, Valeria GENESINI, Luciano LONGOBUCCO, Giovanni DOMMA, Pasquale INZITARI, Raimondo SANFILIPPO, Anna Maria Rita DAINA, Vincenzo DE BIASE, Maria Rosaria PATERNOSTRO, Saverio ZAVETTIERI, Paolo FALLARA, Giuseppe RIZZUTO, Luigi ZAMPINO, Sandro SCHIARITI, Gianni PANTUSA, Luca PAGNOTTA, Laura BAIOCCHINO, Fausto RIMOLI, Nino FOTI, Vincenzo SANTORO, Carlo PRIORI. Sono loro – donne e uomini dal cuore grande e dalla spiccata sensibilità – i benefattori che hanno reso possibile un’idea, tramutando così un bel sogno in tangibile realtà.

Grazie al loro contributo, infatti, ben 112 bambini di Amatrice (comune della provincia di Rieti balzato suo malgrado agli onori delle cronache a seguito del terribile terremoto verificatosi il 24 agosto del 2016) hanno ricevuto in dono le Clementine di Corigliano Calabro dell’Azienda agricola “Perseverantia” di Aldo Salatino. Era stato infatti lo stesso imprenditore agrumicolo Salatino, intelligente e creativo uomo innamorato della propria terra, ideatore dell’ormai celebre brand “Adottaunclementino”, a lanciare nei giorni scorsi un accorato appello tramite i social network e gli organi d’informazione affinché alcune famiglie di Amatrice, e in particolare i più piccoli, potessero ricevere questo gradito regalo.

E così 112 giovanissimi alunni (36 della scuola dell’infanzia e 76 della scuola primaria), unitamente ai rispettivi genitori, si sono visti recapitare un consistente quantitativo dell’eccellenza della Piana di Sibari, dall’inconfondibile gusto e dal profumo inebriante, peraltro in possesso di tante proprietà salutari. Una pagina di solidarietà davvero preziosa, tanto da riscuotere un notevole consenso e tanto entusiasmo tra le famiglie di Amatrice, alle quali è stato regalato soprattutto un sorriso attraverso questo piccolo ma significato gesto di affetto e vicinanza.

Un’ulteriore tassello va così ad aggiungersi alla già ricca storia “Adottaunclementino”, che permette a chiunque di ricevere al proprio domicilio, alla modica spesa di cinquanta euro e senza alcun costo aggiuntivo, circa trenta chilogrammi di Clementine, adottando una pianta e seguendone passo dopo passo, attraverso lo strumento della geolocalizzazione, il percorso di maturazione. Iniziativa che, oltre a consentire anche a coloro che risiedono a migliaia di chilometri di distanza di ricevere le Clementine, tutte al naturale e prive di alcun trattamento, contribuisce fattivamente ad una giusta causa: per ogni adozione viene infatti devoluta una piccola parte all’AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Ultime Notizie

INAUGURAZIONE SCUOLA SAN GIOVANNI BOSCO E SALUTO DI AVVIO DEL NUOVO ANNO SCOLASTICO “Poter studiare è un diritto di ogni studente.
Alla scuola per l’infanzia Magnolia la mensa è tutta a Km 0 Approvato il nuovo piano alimentare con soli prodotti del...
Lc 15,1-32 - XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIOIn quel tempo,1 si avvicinavano a Gesù tutti i pubblicani e i peccatori...
In un video dell'auto automatizzata Tesla si vedono due signori, di cui uno alla guida, addormentati mentre l'auto viaggia a...
Già nei giorni scorsi avevo chiesto lumi al dirigente del Dipartimento Agricoltura e risorse agroalimentari della Regione Calabria, Giacomo Giovinazzo,...

Please publish modules in offcanvas position.