Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

La BCC Mediocrati aderisce a ICCREA

bcc mediocrati logo.jpgComunicato Stampa

BCC MEDIOCRATI ADERISCE AL GRUPPO BANCARIO COOPERATIVO ICCREA

L’Assemblea dei Soci della BCC Mediocrati, svoltasi domenica 28 maggio a Rende, ha votato all’unanimità l'adesione al Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA.

La decisione rientra nella riforma del Credito Cooperativo, che obbliga tutte le BCC italiane ad aderire ad un gruppo bancario cooperativo, con relativa capogruppo.

"La nostra scelta di andare con il gruppo ICCREA - ha spiegato il presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino - è radicata nel tempo al punto da poter essere considerata una evoluzione naturale. Nel 1963 le Casse Rurali di Bisignano e di Luzzi hanno partecipato alla fondazione di ICCREA, di cui oggi la BCC Mediocrati possiede lo 0,022% del capitale, che corrisponde a € 4.313.000,00. ICCREA, nata come istituto centrale di coordinamento delle Casse Rurali, è oggi un soggetto vigilato direttamente dalla BCE ed è universalmente riconosciuta come rappresentante del Credito Cooperativo Italiano.

Il Gruppo Bancario che sta per costituirsi sarà il terzo gruppo italiano per numero di sportelli e, con 158,3 miliardi di euro, il quarto per dimensione dell’attivo.

ICCREA Banca ha già superato gli stress test europei e possiede tutti i requisiti richiesti dalla normativa per assumere il ruolo di capogruppo, assicurando l’accesso ai mercati interbancari e finanziari domestici e internazionali.

La solidità patrimoniale costruita in più di mezzo secolo di vita, infine, permette ad ICCREA Banca di non dover ricorrere ad ulteriori apporti di capitale da parte delle BCC aderenti. Ciò permetterà alla BCC Mediocrati di continuare a fare meglio quello che ha sempre fatto: sostenere lo sviluppo dei territori e dare forza alle comunità di riferimento”.

L’Assemblea dei soci della BCC Mediocrati ha, quindi, approvato il bilancio al 31.12.2016, che registra un utile netto di 1.010.817,00.

A fine 2016 la Banca operava in 19 filiali con 138 dipendenti e con una raccolta complessiva che ammontava a € 555 milioni di euro e impieghi per 321 milioni.

L’Assemblea dei Soci ha approvato anche la ripartizione dell’utile 2016 che viene destinato per € 793.314,00 alla riserva legale a fondi propri; per € 27.010,00 ai fondi mutualistici per la promozione e sviluppo della cooperazione; per € 80.000 ai fini di beneficienza e mutualità; per € 110.494,00 a ristorno soci. Il totale dei fondi propri, al 31/12/2016, è di € 57.080.615,00

Sono stati poi consegnati premi ai soci da 50 anni, ai soci promotori e alle migliori filiali.

La Melagrana d’Argento 2017, premio attributo a chi opera per lo sviluppo del territorio, è stata consegnata al dott. Renato Pastore, già presidente di Confindustria Cosenza.

 Federico Bria

Rende, 29 maggio 2017

Ultime Notizie

Come un fulmine a ciel sereno ieri sera è giunta la tristissima notizia della scomparsa della carissima amica Teresa MANCUSO.
Theo Geoghegan Hart vince il Giro d’Italia della storia. Per tre settimane nonostante il Covid l’Italia ha atteso e tifato...
Ieri, con tutte le restrizioni dovute al Covid19, Cassano ha dato l'estremo saluto ad uno dei migliori figli di questa...
"Le previsioni presenti in questo sitoi non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte le responsabilità...
Tra allarmisti e negazionisti in mezzo sta la realtà vera, la si può ingigantire o rifiutare ma non possiamo cambiarla.

Please publish modules in offcanvas position.