Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Liceo di Trebisacce: La protesta continua

liceo trebisacce.jpgQuello che da più di un mese sta accadendo al Liceo G.Galilei di Trebisacce ha, secondo me, dell'assurdo. Il comune di Trebisacce invia in continuazione comunicati di solidarietà a coloro che hanno montato la protesta contro la dirigente ed una docente di cui però non si cita il nome. Si protesta perchè gli studenti e i genitori ritengono "inadeguata" la dirigente che non si decide, almeno così pare, a mandar via un'insegnante poco gradita. Ai miei tempi era semplicemente impensabile una cosa del genere. Non mi è dato sapere quali siano stati i comportamenti di codesta insegnante e mi piacerebbe che in un prossimo comunicato sia chiarito quale enormità abbia commesso per mettere in piedi addirittura un corteo di 2000 persone. Non mi risulta che a Trebisacce si sia giunti a questo per ben altri scandali che hanno coinvolto persone che ancora passeggiano per il lungomare. Intendiamoci non voglio fare il difensore o l'accusatore di chicchessia, però che si chiarisca l'arcano, almeno chi legge capirà i motivi di questa "profonda repulsione". Di seguito gli ultimi due comunicati diffusi dall'Ente Comunale. (A.M.Cavallaro)

 

 

trebisacce logo.pngCOMUNICATO STAMPASI INASPRISCE NUOVAMENTE LA POLEMICA AL LICEO G. GALILEI

Studenti, insegnanti e genitori continuano la protesta contro la Dirigente M.R. D’Alfonso e alcuni insegnanti, nel silenzio delle istituzioni scolastiche preposte al controllo. “La comunità scolastica di Trebisacce sta protestando da ormai due mesi – ha dichiarato il sindaco Franco Mundo in una comunicazione inviata alle istituzioni scolastiche e istituzionali preposte al controllo – invocando una soluzione ad una problematica che persiste. La Dirigente del Liceo G. Galilei di Trebisacce, continua a confermarsi inadeguata a gestire il Liceo G. Galilei di Trebisacce. Nel suo agire si manifesta la propria attitudine alla confusione e alla difficoltà di rapportarsi con credibilità con studenti, insegnanti e genitori.
Tanto l’incontro tenutosi ieri sera, quanto quello avvenuto stamattina, a cui hanno partecipato i genitori degli alunni e la Dirigente, accompagnata dal nuovo vice preside Prof. Mandalari, non hanno prodotto alcuna soluzione. Anzi, Dirigente e Vicepreside sono stati fortemente contestati.
Tra l’altro, nell’incontro di stamattina erano presenti i rappresentanti dei Comuni di Amendolara, Roseto Capo Spulico, Villapiana e Albidona che hanno manifestato la propria solidarietà agli studenti, docenti e genitori.
E’ chiaro che le proteste degli alunni del Galilei nei confronti della Dirigente e della docente, per i quali gli studenti chiedono l’allontanamento e la rimozione, creano anche un problema di ordine pubblico, in funzione delle manifestazioni di dissenso dei ragazzi, per quanto esse siano civili e composte. Per domani gli studenti hanno annunciato una manifestazione per le vie e le strade di Trebisacce. Gli studenti degli altri Istituti Scolastici Superiori hanno aderito, così come è stato annunciato il sostegno delle amministrazioni comunali di altri Comuni del territorio. Alla luce della situazione ormai non più tollerabile, si sollecita l’intervento più urgente e opportuno, al fine di ripristinare lo stato di diritto e la serenità all’interno del Liceo Scientifico G. Galilei, eccellenza del territorio oggi al centro delle cronache per contesti che non le appartengono, essendosi sempre distinta per la qualità dei suoi studenti e la preparazione degli insegnanti”.

COMUNICATO STAMPAGRANDE CORTEO DI PROTESTA DEGLI STUDENTI DEL LICEO G. GALILEI PER LE STRADE DI TREBISACCE    

Un lungo corteo composto da studenti, genitori, insegnanti e istituzioni ha attraversato le strade di Trebisacce per protestare contro la situazione in cui stagna il Liceo Scientifico G. Galilei di Trebisacce. Gli studenti hanno evidenziato come da tempo manchino risposte da parte degli organi predisposti a fornirle, mentre, nel frattempo, l’assenza di un clima di serenità all’interno della comunità scolastica, che si riverbera anche sulla cittadina di Trebisacce, impedisce di fatto il ritorno degli studenti tra i banchi di scuola. “Oltre 2000 partecipanti alla manifestazione – ha dichiarato il sindaco Mundo – testimoniano come la protesta non sia solo degli studenti, dei genitori e degli insegnati del Galilei, ma di tutta la comunità di Trebisacce, che è unità in questa battaglia. Dispiace che gli organi competenti, sebbene ci sia stata una relazione del Garante per la tutela dei minori e dei diritti dell’infanzia, sebbene ci siano stati due ispettori per accertare ciò che è stato legittimamente denunciato dai genitori, alunni e insegnanti, non abbiano ancora emanato un provvedimento. La battaglia degli studenti non è una battaglia fine a sé stessa, contro un’insegnate antipatica o invisa, ma è una battaglia per il ripristino della legalità, della serenità, per il ripristino della bellezza insita nel mondo della scuola. Una protesta che ha coinvolto diverse amministrazioni comunali del territorio, e che ci vedrà, come ci ha visto fin dall’inizio, al fianco di questi splendidi ragazzi”.

 

Ultime Notizie

Al 2 luglio sono legati tre personaggi importanti: compositore il primo, diventato famoso in Italia per la canzone di Celentano...
(foto: Don Orione e Ignazio Silone) Scenari/26. Uscita di sicurezza.Testimoniando al processo di beatificazione di don Luigi Orione a Tortona,...
Non è che vogliamo fare a tutti i costi i rompiscatole, ma nel leggere il comunicato che segue apprendiamo che...
Il sindaco del Comune di Frascineto, Angelo Catapano, in occasione della stagione estiva, al fine di garantire l'igiene pubblica e...
L’Amministrazione comunale di Villapiana è vicina, ancora una volta con spirito solidale, alle esigenze delle famiglie che vivono delle fragilità,...

Please publish modules in offcanvas position.