Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Cassano: Quiescenza per 5 insegnanti

pensione.jpgLA SCUOLA CASSANESE SALUTA 5 DELLE SUE VALIDE INSEGNANTI CHE PER RAGGIUNTI LIMITI D'ETA' VENGONO POSTE IN QUIESCENZA.

Suona la campanella. Ma stavolta non indica l'inizio delle lezioni scolastiche ma sancisce l'inizio di un nuovo periodo di vita. Una nuova giovinezza per ben 5 insegnanti in forza all'Istituto Comprensivo “Lanza – Milani” di Cassano Ionio. A salutare il corpo docente, il personale Ata e i collaboratori scolastici: la professoressa Maria Palma Pellicano e le insegnanti Rosetta Malatacca, Annunziata Di Matteo, Angela Taranto e Marisa Gitto.

Media anni di servizio 40 anni al servizio della scuola e dello Stato Italiano. Ognuna di loro, con le proprie peculiarità, propensioni professionali e culturali lascia un segno indelebile nelle generazioni di alunni che si sono succedute tra i banchi di scuola.

Ora arriva il più che meritato riposo. pensio.jpg

Unanime la gioia per un traguardo che molti ambiscono e che viene raggiunto dopo anni di servizio e sacrificio, ma altrettanto grande è l'emozione nel salutare i colleghi di una vita, perchè il mondo della scuola è anche questo, diventa una seconda casa dove si ha il gravoso compito di plasmare i futuri uomini e donne.

A fare gli onori di casa il dirigente - reggente del Comprensivo di Cassano, il prof Pietro Maradei che ha tenuto a ringraziare le insegnanti per il lavoro eccellente svolto durante gli anni della loro carriera scolastica. Sentito, invece, e molto pragmatico l'intervento del dirigente in quiescenza, dott. Antonio Di Matteo che ha lavorato fianco a fianco alle insegnanti che ora vanno in pensione per gran parte della sua carriera. “L'augurio che mi pension.jpgsento di far a voi” ha detto Di Matteo “non è di vivere lunghi giorni di pensione, ma di vivere giorni lunghi affinché possiate impiegare il tempo che ora è liberato dedicandovi alle vostre famiglie, ai vostri interessi e a tutto ciò che più preferite. Ora sembra tutto bello, un mondo dorato, ma a settembre, quando gli altri colleghi riprenderanno gli impegni scolastici voi vivrete questa nuova realtà che va gestita al meglio e saputa vivere.”

A seguire, le insegnanti hanno salutato con commozione i dirigenti e i colleghi e lo stesso hanno fatto questi ultimi definendo le cinque nuove dipendenti INPS come “le colonne portanti della scuola cassanese che tanto mancheranno dal prossimo settembre”.

Caterina La Banca

Ultime Notizie

Qualche lettore potrebbe essere stato tratto in inganno dal titolo, pensando di essersi imbattuto in un articolo sul noto cantante...
Sul Tema dell'archeologia a Sibari ci sarebbe molto, anzi moltissimo, da dire. Siamo da tempo abituati alle "provocazioni" argute che...
La redazione di infosibari.it condivide in toto quanto riportato nel comunicato che segue, ma andiamo più in là, i responsabili...
L’uomo nuovo. Forse, piuttosto che le linee di un umanesimo nuovo (che resterebbe comunque una teoria, cioè un ideale, sia...
"Le previsioni presenti in questo SITO non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte le responsabilità...

Please publish modules in offcanvas position.