Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Marina di Sibari tra vento e ladri

pannelli2.jpegIl forte vento che ha imperversato la scorsa settimana sulla piana di Sibari, ha lasciato segni evidenti della sua virulenza anche nel quartiere turistico residenziale della Marina. Qualche anno fa l'Amministrazione Comunale guidata dallo stesso sindaco p.t. in carica oggi, aveva comprato e fatto installare due impianti fotovoltaici per la ricarica delle batterie di una decina di biciclette elettriche di quelle a "pedalata assistita", anch'esse acquistate con pubblico danaro. E' inutile aggiungere che né le strutture, né le biciclette sono mai state messe a disposizione dei villeggianti. Gli impianti fanno bella mostra di sé, uno nei pressi dell'ingresso del quartiere e l'altro nel parcheggio antistante la fascia boschiva, delle bici, mai viste tra l'altro, nulla si sa, magari, nella migliore delle ipotesi, staranno coprendosi di polvere in qualche magazzino.

Ma torniamo al vento che ci ha messo lo zampino ed ha pensato bene di dare una mano a chi forse aveva già adocchiato  il materiale che gli serviva, facendo spezzare la colonna di sostegno in acciaio che sosteneva la sede dei pannelli fotovoltaici sita nel parcheggio di cui dicevamo prima.

pannelli1.jpegL'impianto ovviamente é ormai inutilizzabile, ma qualche pannello è rimasto ancora integro ed ecco subito la mano "amorevole" di qualcuno che ne aveva bisogno ne sottrae un paio, ne sono rimasti ancora tre in buono stato, sotto a chi tocca.

Un'altra piccola spesuccia inutile fatta con pubblico denaro andata in fumo, anzi andata col vento. Qualcuno sicuramente dirà, ma cosa vuoi che siano poche decine di migliaia di Euro, è vero non avrebbero risolto, per esempio, il problema della rete idrica fatiscente di Marina di Sibari, ma prima di sperperare somme di qualsiasi entità un "padre di famiglia" accorto al bilancio familiare certo non sperpera denaro in oggetti che non userà mai. 

Antonio M. Cavallaro

Ultime Notizie

Esprimo soddisfazione per l’avvio della manifestazione d’interesse propedeutica al via della campagna sperimentale della pesca della sardella nelle aree dello...
L’energia di una storia rivolta al futuro. Giovedì 28 gennaio, alle ore 21:00, si terrà “10 anni insieme. L’energia di...
300 Mila Euro per completare le opere di urbanizzazione del Centro Storico. La richiesta del sindaco di Cassano All’Ionio alla...
CROSIA, SERVIZIO DI IGIENE URBANA CONSEGNA ECOBOX PER CARTA E MULTIMATERIALE La gestione affidata a Ecoross nel luglio 2020 per...
Non si può dimenticare uno dei più grandi direttori d'orchestra del mondo, come oggi, infatti, 20 gennaio del 2014 moriva...

Please publish modules in offcanvas position.