Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

SIMET e FS insieme per viaggiare in Italia e in Europa

nasce-busitalia-simet.jpgLa SIMET SPA, storica società calabrese di trasporti su gomma con sede a Rossano Calabro, con un’operazione intelligente, e aggiungo lungimirante, ha concluso un’importante sodalizio con una delle più quotate società del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, la Busitalia-Sita Nord, creando la nuova compagnia di mobilità integrata Bus Italia Fast.

(foto: da sin. Gerardo Smurra, Stefano Rossi, Mariella De Florio)

Per capire meglio la portata di questa azione industriale abbiamo estrapolato dal sito ufficiale quanto segue:

Busitalia-Sita Nord opera prevalentemente nel settore del trasporto pubblico locale in Toscana, Umbria, Veneto e, ultima acquisizione, in Campania. Eroga, direttamente o tramite le proprie controllate, servizi di trasporto pubblico urbano, sub-urbano ed extraurbano su gomma e gestisce altre modalità di trasporto, tra cui: la ex Ferrovia Centrale Umbra; la tramvia di Padova; la navigazione sul lago Trasimeno; ascensori, scale mobili, tapis roulant, funicolare nelle città di Perugia, Orvieto, Spoleto, Cascia e Amelia. 
Busitalia gestisce inoltre diverse linee a mercato (il servizio aeroportuale Volainbus a Firenze e il collegamento tra Firenze e l’outlet “The Mall” di Reggello), partecipa alla gestione dei  City Sightseeing di Firenze e Venezia e, tramite la controllata Busitalia Rail Service, eroga su tutto il territorio nazionale i servizi su gomma sostitutivi e integrativi di corse ferroviarie, tra cui il nuovo servizio Freccialink.

L’offerta di trasporto del gruppo Busitalia copre attualmente circa 100 milioni di bus km annui, 2,7 milioni di treni km e 41mila miglia nautiche, con circa 2300 autobus, 46 treni, 18 tram e 7 motonavi. I dipendenti sono oltre 4000.”

Della SIMET conosciamo la sua lunga storia iniziata nel 1946 con il primo collegamento interregionale tra Cosenza e Salerno-Napoli, al quale seguì quello con Roma e via via con moltissime altre città del centro-nord Italiano e del Nord-Europa. Ricordiamo, non senza emozione, il primo autobus a due piani immatricolato in Italia nel lontano 1986 e presentato alla BIT di Milano (vedi foto), che fu all’epoca un’autentica novità a livello nazionale nel settore dei trasporti su gomma, al primo ne seguirono presto degli altri per riuscire a soddisfare la notevole richiesta che aumentava di giorno in giorno.

Il presidente della società Gerardo Smurra e l’amministatore delegato Mariella De Florio, possono giustamente essere soddisfatti per questo importante risultato raggiunto, certamente dopo lunghe e accurate analisi dell’attuale situazione dei trasporti in Italia e in Europa.

E’ chiaro che Le FS Italiane, lanciando il servizio Busitalia-Fast e acquistando attraverso la controllata Busitalia-Sita, il 51% di Simet, che ha una lunga, comprovata e salda esperienza maturata in una ultradecennale attività nel trasporto passeggeri di medio e lungo raggio, puntano decisamente al business dei pullman a lunga percorrenza,.

Riportiamo dal web alcune fondamentali note:

“Prime destinazioni: Italia e Germania. Verso Francoforte, Giessen, Fellham vicino Stoccarda, Ausgburg, Ulm e Monaco di Baviera….. Simet nasce nel 1965 a Rossano, in provincia di Cosenza, ereditando i collegamenti in pullman della Atas (attiva dagli anni Quaranta). Negli anni la società allarga il suo raggio d’azione a Veneto e Lazio ed entra nel segmento dei tour operator. E ora arrivano le nozze con Busitalia. La joint venture coprirà i collegamenti tra 90 città in Italia e Germania, con una flotta di 60 autobus che hanno meno di tre anni.

Nel piano industriale al 2026 i vertici delle Ferrovie hanno messo nero su bianco la strategia di espansione: 3.000 nuovi bus in servizio, ingresso nel segmento autobus per la lunga distanza, acquisizione di operatori con esperienza alle spalle e una piattaforma di vendita per integrare gomma e ferro. L’anno scorso Busitalia ha chiuso con 354 milioni di euro di ricavi e 6 milioni di utile netto. Ferrovie punta a crescere nel trasporto pubblico locale delle grandi città, quadruplicando la quota di mercato di Busitalia dall’attuale 6% al 25%, ma anche sulla lunga percorrenza su gomma gli obiettivi sono ambiziosi.

Stefano Rossi, amministratore delegato di Busitalia, spiega che l’alleanza con Simet punta a fare della controllata di Fs “il principale player europeo nei servizi long haul di trasporto su gomma”, tanto che “nei prossimi tre anni è programmato un incremento dei collegamenti, sia a livello nazionale sia internazionale, anche in sinergia con altre società di trasporto del gruppo Fs”. Secondo l’amministratore delegato di Simet, Mariella De Florio, "Busitalia Fast consentirà di incrementare la quantità e la qualità dei collegamenti attraverso nuove relazioni di traffico, unitamente all’acquisto di nuovi autobus con evidenti ricadute occupazionali”.

Noi calabresi dell’area orientale cosentina, rimasti orfani dei servizi ferroviari, potremo usufruire di nuove possibilità di mobilità a prezzi contenuti e con la garanzia di viaggi sicuri e comodi, così come da decenni ci ha abituati la prestigiosa SIMET SPA, da adesso BUSITALIA SIMET FAST, alla quale auguriamo di cuore lunghi e proficui anni di attività con tutto il successo che merita.

Antonio M.Cavallaro

Ultime Notizie

Non è che vogliamo fare a tutti i costi i rompiscatole, ma nel leggere il comunicato che segue apprendiamo che...
Il sindaco del Comune di Frascineto, Angelo Catapano, in occasione della stagione estiva, al fine di garantire l'igiene pubblica e...
L’Amministrazione comunale di Villapiana è vicina, ancora una volta con spirito solidale, alle esigenze delle famiglie che vivono delle fragilità,...
Associazione Laghi di Sibari: approvato il Consuntivo 2019 Il Bilancio attesta conti ordine ed accelerazione nel recupero delle morosità Intanto causa Covid...
Proteggiamo i nostri anziani. La Polizia di stato comunica che in questo periodo, sfruttando il periodo di emergenza sanitaria causato...

Please publish modules in offcanvas position.