Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Poste Italiane chiude a Sibari, Doria, Lauropoli

posta sibari.jpg

A volte non si comprende come possano essere contrastanti certe prese di posizione di alcune ex-aziende dello Stato con le direttive del governo. E' il caso di Poste Italiane che decide di chiudere gli uffici postali delle tre frazioni di Cassano Ionio: Lauropoli, Sibari e Doria. Perché lo fa? Per salvaguardare la salute dei propri dipendendenti? In tal caso dovrebbe dotarsi di mezzi adeguati per permettere agli operatori di poter svolgere le proprie funzioni, così come negli ospedali, non gli mancano certo i mezzi. In quest'altra grana che potrebbe avere ripercussioni molto pesanti prende posizione  energicamente  il portavoce del Comitato Spontaneo di cittadini per il diritto per la salute di Cassano All’Ionio, Francesco Garofalo che, in una comunicazione diretta al Prefetto della provincia di Cosenza, ha segnalato la quantomeno discutibile decisione  dei vertici di Poste Italiane

"Una decisione – ha evidenziato Garofalo - che non si comprende, atteso che il solo ufficio di Cassano centro, non può assorbire nella maniera più assoluta un numero elevato di persone in un territorio vasto e ampio. Già il Sindaco del Comune, ricorda,  con propria ordinanza, ha intimato a Poste Italiane l’immediata riapertura degli uffici periferici a tutela della salute pubblica."

"Si tenga conto - ha concluso - che dal prossimo 26 marzo, sono tra l’altro, in pagamento le pensioni e tutto questo, determinerà un sempre più elevato numero di cittadini in grande parte di anziani, che si recheranno al solo ufficio di Cassano,  In considerazione di ciò, ha chiesto al rappresentante di governo l’immediata riapertura degli uffici di Sibari, Doria e Lauropoli."

Ci auguriamo che l'appello di Garofalo e l'intimazione del sindaco di tenere aperti gli uffici delle tre frazioni non vengano disattese, l'afflusso di tanti utenti nella sola sede di Cassano potrebbe essere causa di una maggior diffusione dell'infezione da Corona Virus.

Ultime Notizie

Esprimo soddisfazione per l’avvio della manifestazione d’interesse propedeutica al via della campagna sperimentale della pesca della sardella nelle aree dello...
L’energia di una storia rivolta al futuro. Giovedì 28 gennaio, alle ore 21:00, si terrà “10 anni insieme. L’energia di...
300 Mila Euro per completare le opere di urbanizzazione del Centro Storico. La richiesta del sindaco di Cassano All’Ionio alla...
CROSIA, SERVIZIO DI IGIENE URBANA CONSEGNA ECOBOX PER CARTA E MULTIMATERIALE La gestione affidata a Ecoross nel luglio 2020 per...
Non si può dimenticare uno dei più grandi direttori d'orchestra del mondo, come oggi, infatti, 20 gennaio del 2014 moriva...

Please publish modules in offcanvas position.