Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Schiavonea - Area Giochi, Manutenzione Carente

5.jpgApicella (Comitato Insieme per Schiavonea): “Area giochi del borgo marinaro nel degrado più assoluto”

Checché se ne dica, nonostante le bizzarrie metereologiche, la primavera, anzi l’estate, è ormai già nell’aria. Tutti i cittadini, ad iniziare dai più giovani, attendono una stabile stagione di belle giornate per godersi il sole e passeggiare all’aria aperta. Ma puntualmente, anche quest’anno, il territorio di Schiavonea si presenta impreparato e inadeguato in termini di servizi pubblici ed offerta turistica.

“Siamo stufi – dichiara Carmela Apicella, portavoce di uno dei Comitati popolari Insieme per Schiavonea – di assistere a scene di ordinario degrado che sono quasi divenute normali. Noi residenti del borgo marinaro non intendiamo rassegnarci a tale assurdo stato di cose e per questo motivo abbiamo deciso di intraprendere l’iniziativa dei Comitati popolari, uno strumento dal basso promosso da tutti noi comuni cittadini unitamente al giornalista Fabio Pistoia. È mai possibile che l’area giochi di Schiavonea, ubicata proprio a ridosso del lungomare e accanto alla storica piazzetta, sia abbandonata a se stessa, nell’incuria più totale da parte del nostro Comune? Non si registra alcun intervento di miglioramento rispetto alle problematiche esistenti”.

4.jpg“Basta visionare le foto allegate al presente comunicato – prosegue Carmela Apicella – per prendere atto della situazione vigente, che rappresenta una vera e propria offesa al decoro urbano e alla dignità umana, in barba al sacrosanto diritto dei nostri bambini di poter giocare liberamente a contatto con la natura e accompagnati dai genitori. Le famiglie si trovano dinanzi tale scene: erbacce a più non posso, giochi divelti e imbrattati, aiuole che sono divenute ormai foreste, rifiuti. È davvero così difficile assicurare un po’ di manutenzione ad un’area destinata al giuoco dei più piccoli? E lo stesso dicasi per il nostro lungomare, sul quale ritorneremo a breve in maniera più approfondita, che anziché presentarsi come il biglietto da visita per i villeggianti altro non è che un ricettacolo in mano ai cattivi odori e all’immondizia”.

Ultime Notizie

In queste ore ho inviato una diffida alla Regione Calabria e ai competenti uffici in riferimento ai lavori sull’argine del...
IL SINDACO DI TREBISACCE INTERVIENE NELL’AMBITO DI UN INCONTRO DEDICATO ALL’OPERATO DELLE ASSOCIAZIONI IN AMBITO DI SICUREZZA TERRITORIALE. “Il mondo...
Dopo un anno dalla prima chiusura del ponte sul Saraceno, il lavoro di recupero della vetusta struttura, risalente al...
Convegno dell’ICSAIC sul popolarismo nel Mezzogiorno, a cent’anni dall’Appello di Don Sturzo ai Liberi e Forti (UNICAL, 13-11-2019) “A tutti gli...
Cosa non si fa per ottenere consensi e fare becero clientelismo. Oliverio le inventa tutte per aggiogare sindaci e politici...

Please publish modules in offcanvas position.