Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Il presidente dell'Associazione "Laghi di Sibari" stigmatizza ...

Stampa

IMG_20180730_111242.jpgIn riferimento alla nota del nostro gestore Antonio Michele Cavallaro pubblicata il 30 Giugno scorso inerente la dimostrazione di protesta di un nutrito gruppo di utenti proprietari d'immobili del Centro-nautico-residenziale Laghi di Sibari, abbiamo ricevuto una lettera del presidente pro-tempore della suddetta associazione, avv.  Luciano Miranda (nella foto), che alleghiamo in coda alla presente in formato PDF, così com'è stata inviata. Pur comprendendo alcune considerazioni in disaccordo con le opinioni espresse dal nostro amministratore, non le condividiamo in toto, ma non tocca a noi controbattere, lo farà eventualmente lo stesso Cavallaro non appena sarà tornato dal tour che lo vede al momento impegnato,  ci ha pregato di pubblicare la lettera che è pervenuta in redazione, cosa che facciamo con piacere.

I lettori che ci seguono da anni avranno modo di fare le proprie valutazioni sulla vicenda triste che ha visto "appassire" quello che era considerato "un fiore all'occhiello" del nostro territorio. Chi abita e vive per 12 mesi all'anno nella sibaritide, pur non vivendo in prima persona i disagi di chi ha investito nella "piccola Venezia", com'era chiamato il complesso nei primi anni della sua nascita, certamente non è lieto di vedere la tragica fine che sta facendo e si auspica che possa tornare presto al suo primitivo splendore.

Per la redazione

Michele Sanpietro