Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Sotto la lente della sen. Abate del M5S Rifiuti e trasporti

abate corigliano.JPGAnche nel periodo di Ferragosto il Movimento 5 Stelle, che non conosce feste e sosta, ha denunciato la situazione di abbandono in cui versa il territorio del nuovo comune unico Corigliano Rossano. Il 14 agosto, precisamente, la Senatrice Abate ha invitato il viceprefetto e commissario prefettizio di Corigliano Rossano Emanuela Greco (insieme nella foto) a visitare insieme a lei città, frazioni e contrade. “Su tutto il territorio cittadino - ha spiegato la senatrice pentastellata - ci sono una serie di discariche a cielo aperto su diverse aree del lungomare. In generale, su tutto il territorio, sugli argini del fiume, persino per andare a fare il bagno al mare, cittadini e turisti devono scavalcare rifiuti anche speciali e pericolosi come lampadine, televisori e lavatrici”.

La situazione è difficile perché i cumuli di buste della spazzatura creano molti disagi anche da punto di vista ambientale ed estetico. Il viceprefetto Greco e la senatrice Abate sono state protagoniste di questo tour esplorativo del territorio anche per rinsaldare una collaborazione che sia mirata solo a risolvere i disagi di bagnanti e imprenditori balneari del territorio. “Ringrazio il commissario Greco - ha spiegato la Abate - per l’impegno che ha preso nel risolvere immediatamente questi problemi che attanagliano Corigliano Rossano visto anche il fatto che  siamo in piena estate”. “Dal canto nostro- chiude la senatrice 5stelle - possiamo dire che continueremo a vigilare il territorio. Stiamo studiando la documentazione per capire se ci siano state inadempienze da parte di chi doveva pulire e bonificare le aree e non lo ha fatto. Allo stesso tempo bisogna sensibilizzare i cittadini e trovare dei sistemi per far sì che gli incivili vengano puniti e multati”.

Emergenza trasporti, interviene la Senatrice Rosa Silvana Abate (M5S): «Attendo risposte sugli esiti degli incontri svolti nei giorni scorsi al Ministero dei Trasporti, all’Anas e nella sede di Ferrovie dello Stato. Nei giorni scorsi ho chiesto ufficialmente l’istituzione di una Freccia che parta dall’Area Jonica e che in meno di quattro ore e mezza raggiunga a Roma».

«Proprio in questi giorni – spiega la senatrice Abate – torna d’attualità il problema dei trasporti nella Sibaritide e su tutta la fascia jonica. L’area è stata invasa dai turisti tanto da raddoppiare o, addirittura, triplicare il numero delle presenze sul territorio. Ma senza automobile è quasi impossibile arrivare nelle nostre località turistiche. Sono molte le lamentele di turisti, cittadini e operatori a causa di questo disagio che ormai perdura da diversi mesi e che fa tornare di triste attualità il problema». La senatrice Abate spiega come proprio prima che l’attività parlamentare fosse sospesa per la pausa estiva ci siano stati una serie di incontri, da lei fortemente voluti, per discutere del problema dei trasporti nella Sibaritide, nel Crotonese e su tutta la fascia jonica fino all’area reggina. Mentre qualche settimana fa se ne era discusso con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti pentastellato, Danilo Toninelli, è stata la volta di due incontri con dei funzionari del Ministero dei Trasporti e delle Ferrovie dello Stato. Due fronti di dialogo aperti per far uscire dall’isolamento tutta l’area Jonica calabrese. «Dagli incontri – continua la senatrice pentastellata – ormai è passato qualche giorno e a breve attendo ormai delle osservazioni e delle proposte. Nel corso dell’ultimo tavolo di concertazione ho ufficialmente chiesto l’istituzione di una Freccia che dalla Sibaritide porti alla Capitale in meno di quattro ore e mezza. Perché di questo c’è bisogno per rilanciare la nostra area». «Anche a Ferragosto – insiste la Abate – non si arresta il nostro lavoro sui territori». Al centro del dibattito c’è, come emerso già in precedenza, non solo l’elettrificazione della linea Crotone-Sibari e l’ampliamento dei servizi per i trasporti dell’area Jonica compresa tra le due antiche città magnogreche. Non solo, l’obiettivo è proseguire verso il sud della Calabria fino al reggino per avere condizioni paritarie a quelle delle altre zone d’Italia ma, soprattutto, l’istituzione di una Freccia, con i percorsi da studiare, che porti a Roma evitando anche i disagi che i turisti e gli imprenditori si trovano a vivere in questo periodo dell’anno. «Se non avremo risposte in questi giorni – ha chiuso – appena ritornerò a Roma chiederò un nuovo incontro per vedere come procedano le cose. Non ci fermiamo, siamo solo all’inizio. L’isolamento viario e l’emergenza trasporti è uno dei più grandi problemi da affrontare nel più breve tempo possibile».

 

Rosa Silvana Abate (M5S Senato)

Ultime Notizie

Se non ci fosse la musica sarebbe difficile, per molti, superare certi momenti della propria esistenza; essa ci affascina, ci...
Dall'incontro degli attivisti del M5S della sibaritide tenutosi presso l'hotel Roscianum lo scorso sabato, è scaturita forte la volontà di...
(foto: Margherita Corrado, Elisabetta Barbuto del M5S) Ancora una volta, i cittadini di Crotone rischiano di essere vittime della favola...
Molti di noi abbiamo sentito parlare la prima volta del musicista tedesco di Baviera Christoph Willibald Gluck, solo quando...
(La senatrice sui luoghi dell'alluvione) Lunedì saranno finalmente affidati i lavori di messa in sicurezza del tratto del fiume Crati...

Please publish modules in offcanvas position.