Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

A Trebisacce la 2.a Bandiera Spighe Verdi

TREBISACCE CONQUISTA LA BANDIERA SPIGHE VERDI 2019

Il Comune di Trebisacce ha conquistato, per il secondo anno consecutivo, la Bandiera Spighe Verdi, assegnata dalla FEE (Fondazione per l'Educazione Ambientale).

BANDIERA SPIGHE VERDI 2019.jpegIl prestigioso riconoscimento, attribuito in tutta la Calabria solo al comune di Trebisacce, certifica la qualità ambientale delle località rurali, premiando quelle buone pratiche di sostenibilità che hanno effetto positivo sugli ecosistemi, ma anche sulle popolazioni, sul turismo e sulla commercializzazione dei prodotti agricoli.

Spighe Verdi – come sottolineato dalla FEE - è il percorso che riconosce ad un intero territorio l’impegno a voler trovare e conservare un equilibrio tra ambiente, società ed economia.

Ciò si traduce in un progetto condiviso tra le amministrazioni comunali, gli agricoltori, le associazioni, i singoli cittadini e i turisti stessi, che diventano soggetti attivi per la sua realizzazione. Il riconoscimento della Spiga Verde porta dentro di sé il messaggio che in quell'ambiente rurale le persone hanno intrapreso un percorso per vivere in armonia con gli ecosistemi e si impegnano a tramandare questo messaggio alle generazioni future.

Chiaramente, una scelta così netta deve passare attraverso politiche di gestione del territorio che tengano ben presenti gli effetti che possono generare nei diversi contesti.

La conservazione del paesaggio, la corretta gestione dei rifiuti, uno sviluppo urbano attento a recuperare e migliorare gli edifici esistenti, piuttosto che a usare nuovo suolo per costruirne, sono solo alcuni dei concetti alla base del programma Spighe Verdi.

La commissione che ha assegnato la Bandiera Spighe verdi è composta da rappresentanti del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo,del Ministero dell'Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare,dell'ISPRA, dei Carabinieri,del CNR, della Confagricoltura e della FEE Italia.

SPIGHE VERDI 2019.jpegLa Bandiera Spighe Verdi è stata ritirata a Roma, nella sede della Confagricoltura, nel corso di una solenne cerimonia, dal delegato alle politiche Agricole del Comune di Trebisacce, Antonella Acinapura, che ha dichiarato:

Essere l’unico Comune di tutta la Calabria ad aver ottenuto questo riconoscimento ci rende orgogliosi, ancora di più perché questo risultato non è frutto del caso o della fortuna, ma una tappa di un percorso lungo e articolato, sul quale ogni giorno della vita amministrativa compiamo piccoli e grandi passi. Il lavoro che stiamo portando avanti per la riqualificazione della zona dei Giardini di Trebisacce e del Biondo, la nostra arancia autoctona, ci sta premiando. Così come tutti gli sforzi compiuti nell’ambito ambientale, per i quali dobbiamo dire grazie anche al delegato all’ambiente Franz Apolito e al Responsabile dell’Area Ambiente del Comune di Trebisacce Arch. Orlando. Il nostro è un lavoro di squadra, coordinato dal sindaco Franco Mundo che ha posto la questione rurale ed ambientale tra i punti più importanti della agenda politica dell’amministrazione di Trebisacce”.

Il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, ha così commentato la conquista del riconoscimento assegnato dalla FEE:

Siamo orgogliosi della crescita costante che Trebisacce vive e che viene certificata e testimoniata da importanti realtà internazionali come la FEE. Questo ennesimo riconoscimento ci è da stimolo a continuare il nostro lavoro in materia ambientale, sia sotto il profilo urbano, che per quanto riguarda le contrade rurali. Soprattutto ci sprona a continuare ad operare per la rivalutazione delle nostre tipicità agricole nell’ambito di un progetto di un turismo ecosostenibile, che valorizzi la nostra cultura e le nostre tradizioni e i prodotti dell’entroterra. Ci piacerebbe condividere questi successi con tutto il territorio, per questo mettiamo il nostro know-how a disposizione di tutti i comuni dell’Alto Ionio, soprattutto delle aree interne. Siamo certi che fare tra di noi rete, creando un percorso di valorizzazione delle aree rurali, costituendo un polo attrattivo unico che coniughi mare e montagna, sia il modo migliore per crescere tutti insieme e far crescere così anche il nostro territorio, rendendolo ancora più appetibile sotto il profilo turistico ed impreditoriale, per chi vuole investire. Infine, sento di dover rivolgere un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno operato per questo successo.

Ultime Notizie

In queste ore ho inviato una diffida alla Regione Calabria e ai competenti uffici in riferimento ai lavori sull’argine del...
IL SINDACO DI TREBISACCE INTERVIENE NELL’AMBITO DI UN INCONTRO DEDICATO ALL’OPERATO DELLE ASSOCIAZIONI IN AMBITO DI SICUREZZA TERRITORIALE. “Il mondo...
Dopo un anno dalla prima chiusura del ponte sul Saraceno, il lavoro di recupero della vetusta struttura, risalente al...
Convegno dell’ICSAIC sul popolarismo nel Mezzogiorno, a cent’anni dall’Appello di Don Sturzo ai Liberi e Forti (UNICAL, 13-11-2019) “A tutti gli...
Cosa non si fa per ottenere consensi e fare becero clientelismo. Oliverio le inventa tutte per aggiogare sindaci e politici...

Please publish modules in offcanvas position.