Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

L'importanza di una recensione

Immagine1.jpg(foto: Il Mattino, pag. 42 - 8 settembre 2015) Il nostro amico dott. Achille Della Ragione, giustamente, lamenta il fatto che la sua attività di scrittore non sia stata tenuta in gran conto dal mondo giornalistico, eppure ha scritto e dato alle stampe ben 127 volumi che hanno tutti avuto un buon successo di vendite. Le sue pubblicazioni, soprattutto quelle riguardanti la pittura napoletana del ‘600, sono delle autentiche chicche sia per il contenuto scientificamente e storicamente inappuntabili, che per le immagini, quasi sempre a colori e di grande formato, che corredano le sue ricerche.

Sarà invidia? Sarà perché Achille non usa mezze misure nell’esprimere le proprie idee? Sarà perché magari non nasconde di appartenere ad una famiglia particolarmente agiata?

Certo che l’indifferenza dei giornali, in una città come Napoli poi, che di solito è prodiga di affetto e di esternazioni entusiastiche per i propri cittadini di valore, fa pensare. Noi non neghiamo mai ad Achille lo spazio che merita e di seguito pubblichiamo questa specie di riflessione sulle molteplici sue “eccellenze” che non hanno suscitato, come avrebbero dovuto, l’attenzione e, perché no, il plauso del giornalismo ufficiale. (La redazione)

Immagine2.jpg(foto: L'autore con il suo libro nel giardino della sua villa) Il mio nome non ha bisogno di presentazioni, anche se il pubblico mi conosce sotto varie vesti: le mie 60.000 pazienti mi ricordano come ginecologo di fiducia, l'opinione pubblica più arretrata, ma anche la più emancipata, rammenta le mie lotte a partire dagli anni Settanta per introdurre nella legislazione italiana la libertà di ricorrere all'aborto, i più anziani ricordano la mia partecipazione nel 1972 al Rischiatutto con relativo raddoppio, un pubblico variegato ed appassionato partecipa da circa 30 anni alle mie settimanali visite guidate gratuite a chiese, musei e monumenti della nostra amata città, i maligni sottolineano, pur sapendomi innocente, i miei lunghi periodi trascorsi come gradito ospite dello Stato, non tutti conoscono la mia attività di scrittore, cominciata nel 1978 e proseguita indefessamente fino ad ora, per un totale di 127 libri. Basta consultare in rete il sito opac sbn, che cataloga i volumi presenti nelle biblioteche pubbliche italiane per accorgersi che sono l'autore più prolifico e tutti i miei lavori sono consultabili gratuitamente in rete digitandone il titolo o meglio ancora andando sul mio blog o sul mio sito ai seguenti indirizzi:

www.dellaragione.eu  www.dellaragione.it

(foto: Copertina di Le tribolazioni di un innocente) Prima di passare all'argomento che tratteremo voglio ricordare la mia attività nel mondo degli scacchi, dove ho migliaia di amici, ho conseguito il titolo di maestro, ho ricoperto per 10 anni la carica di presidente della leg campana, ho vinto più volte il campionato regionale e soprattutto, in una memorabile simultanea, fui l'unico a sconfiggere l'allora campione del mondo in carica Karpov.

Parliamo ora della recensione a cui ambisco per vanagloria e per far conoscere all'opinione pubblica la difficile situazione in cui versano gran parte dei penitenziari italiani.

L'ultima volta che il Mattino si è degnato di dedicarmi un trafiletto è stato nel 2015 (fig. 1) quando accennò brevemente ad un mio libro sulla pittura napoletana nei musei francesi, che ha avuto l'onore di essere presentato pomposamente nell'aula magna del Louvre. Per parlare di una vera e propria recensione dobbiamo andare dietro di altri 10 anni, quando fu dedicato uno spazio adeguato (in coda all'articolo)  ad uno dei miei libri più famosi : Achille Lauro superstar.

Negli ultimi tempi ho pubblicato due libri sulla mia esperienza carceraria (fig. 3 - 4), ma nonostante in rete, grazie soprattutto a face book, hanno avuto decine di migliaia di lettori, non riesco in alcun modo ad avere una recensione su un quotidiano napoletano. 

Immagine4.jpg(foto: Il Roma 14 marzo 2019 - continua dalla prima pagina) Il Roma  ha candidamente dichiarato di non aver spazio per i libri e di dedicare tutto lo spazio alla cronaca della pandemia, Il periodico I m Magazine ha avuto il coraggio di chiedermi un contributo di 2000 euro, mentre il responsabile della sezione culturale de Il Mattino, faticosamente avvicinato da colleghi famosi, che in passato hanno partecipato come relatori nel salotto culturale che ogni settimana da venti anni si tiene nei saloni della mia villa posillipina, si è rifiutato di prendere in considerazione ogni ipotesi di accennare al mio faticoso impegno di letterato.

Voglio concludere che uno dei motivi che mi induce caparbiamente a trattare l'argomento è la possibilità di offrire gratuitamente a tutti i detenuti ed agli ex la possibilità di usufruire di una sentenza della Cassazione che porta il mio nome e che la stampa, salvo rare eccezioni, ha tenuto rigorosamente sotto silenzio.

Al momento questa è la situazione, ma non mi ritengo definitivamente vinto, chi vivrà vedrà.

Achille della Ragione

 

Recensione del libro su Achille Lauro

pubblicata da Il Mattino del 29 aprile 2004

Finalmente un libro,"Achille Lauro superstar", su un napoletano doc ingiustamente dimenticato, nonostante sia stato per decenni sindaco plebiscitario, grande imprenditore ed il più famoso e ricco armatore al mondo di tutti i tempi.
La rilettura storica di Lauro non è fatta da destra e di ciò è garante la fede politica dell'autore, Achille della Ragione, da sempre militante radicale, il quale, nella prefazione, definisce Berlusconi un clone del Comandante. Ed il Nostro eroe, di rincalzo, in una spiritosa intervista impossibile, definisce il Cavaliere il suo miglior allievo"Egli non ha fatto che copiarmi: televisioni, giornali, una squadra di calcio e tanta, tanta pubblicità".
Achille della Ragione, valente ginecologo, è un personaggio poliedrico, attivo in più campi dalla critica d'arte all'agonismo scacchistico. Egli, da anni impegnato a rivisitare concittadini scomodi, ha cercato di sdoganare il Comandante dalla sua sinistra fama, legata alla stagione del sacco edilizio e di "Mani sulla città", dimostrando, con numerosi ed inediti dati documentari, che la grande cementificazione selvaggia non avvenne negli anni in cui Lauro fu sindaco, bensì durante i trenta mesi della reggenza Correra , il famigerato commissario prefettizio inviato dal potere centrale a punire la città che votava monarchico.
Un altro capitolo di grande interesse è quello dedicato al crac della flotta con i conseguenti processi da poco terminati, che hanno interessato personaggi di primo piano (armatori, imprenditori, politici, faccendieri), che possono oggi agire liberamente grazie al complice silenzio dei mass media e che nel libro vengono coraggiosamente indicati con tanto di nome e cognome.
Il libro, scritto con la severità dello storico, ma ricco di aneddoti che rendono la lettura scorrevole ed avvincente, come ad esempio, il capitolo dedicato alla leggendaria esuberanza sessuale di don Achille, è già in seconda edizione a pochi giorni dall'uscita, grazie ad una coraggiosa politica editoriale: consultabile gratuitamente su internet (achillelauro.vola.li) e diffuso capillarmente nelle edicole.

Ultime Notizie

Il 16 gennaio 1728 nasceva a Bari il compositore Niccolò Piccinni (1728-1800). Studiò con Leonardo Leo e Francesco Durante, presso il...
Il diminutivo usato nel titolo, sta a voler sottolineare la pochezza del personaggio, che comunque, e questo veramente è preoccupante,...
Finalmente il Porto di Corigliano-Rossano assume la forma e il valore strategico che gli competono. Con immensa soddisfazione, infatti, comunico...
È fissato per domenica 17 gennaio, l’appuntamento per lo screening sul Covid-19 a Sibari. Nel piazzale della chiesa parrocchiale di...
Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni1, 35-42 35Il giorno dopo, di nuovo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli 36e fissato...

Please publish modules in offcanvas position.