Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Calabria (poesia)

piana di sibari.jpgIl giardino di madre natura

È fra il mare Jonio ed il Tirreno.

Terra fertile e soleggiata,

con : parchi, monti, colline, fiumi e laghi,

formano un paesaggio suggestivo.

Il Pollino gli fa da corona,

lo stretto di Messina è il suo confine.

La corruzione ed il malaffare

Hanno distrutto il rigoglioso giardino.

Tutto è inquinato:

aria, mare, fiumi, terra, uomini.

Le radici succhiano linfa letale,

dai rami rinsecchiti, le foglie ingiallite

al soffio del vento, abbandonano il ramo.

I CALABRESI!

Un popolo oppresso, senza orgoglio,

smunto,debole, impotente, dominato, asservito.

I vecchi !

Con tedia rassegnazione aspettano …

I politici !

Scialacquano con promesse menzognere.

Mafie e Lobby!

Spadroneggiano alla luce del tiepido sole.

I giovani!

Brancolano affannosi nella buia foresta,

alla ricerca della loro Itaca.

           Luigi Visciglia

Ultime Notizie

"Le previsioni presenti in questo sito non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte le responsabilità...
Il 14 ottobre scorso il noto giornale online "Iacchité" che ha sede in Cosenza, ha pubblicato un articolo contenente pesanti...
Il 10 ottobre nella Basilica di San Pietro in Roma, il Santo Padre Francesco ha celebrato la Santa Messa per...
Al Salone del Libro di Torino, Cassano è presente con l'editore Giovanni Spedicati titolare de "La Mongolfiera". Spulciando tra gli...
Nella nostra rubrichetta di musica oggi ci occupiamo di un personaggio del XX sec. che ha influenzato il pensiero filosofico...

Please publish modules in offcanvas position.