Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

SS106 e 3° Megalotto: tra Mito, leggenda e realtà

megalotto svincolo sibari.pngFinora non ho voluto prendere parte alle dispute inutili tra chi è pro, chi contro il 3° Megalotto, chi una volta dice una cosa, poi ne dice un'altra e ci sono i contafrottole a pagamento e poi i lecchini, razza che non è mai in via di estinzione. Quasi tutte le centinaia di prese di posizione sono sui socials dove ormai ognuno si sente un padreterno e spara cazzate a più non posso. Ultimamente sono stati presi di mira i pentastellati, ritenuti responsabili della mancata partenza dei lavori del Megalotto Sibari-Roseto. La mia posizione su questa opera dal costo fantasmagorico l'ho espressa già in molte occasioni, sempre su questo sito, quindi chi vuole conoscerla può andare a cercarla attraverso il motore di ricerca interno.

Essendo io un attivista del M5S mi sembra opportuno, però, dare una risposta a chi insiste nel voler colpevolizzare l'attuale governo del mancato inizio dei lavori, tra questi il presidente dell'Associazione "Basta Vittime sulla 106", un certo Fabio Pugliese, se non sbaglio, che spara a raffica fanfaluche colossali. Intanto, visto che vive in un paese che ricade sulla SS106 tratta da Rossano a Cariati, dovrebbe cercare di preoccuparsi di quell'area,  su cui si conta il maggior numero di incidenti mortali e non del 3° Megalotto da Sibari a Roseto. Comunque risulta che questo bel tomo abbia bellamente incassato ben 30mila Euro dalla regione presieduta dal presidentissimo Castrrr.... oops ... Oliverio, per non si capisce bene quale motivo inerente la sicurezza stradale (!?) (chi ha voglia di leggere il relativo decreto lo trova nell'allegato) Già il fatto che questo tizio sia stato alla greppia di S.S. Oliverio, gli fotte buona parte della sua già scarsa credibilità, quindi tralasciamo le sue elucubrazioni, ovviamente molto interessate.

SS106 basiliPare che ci siano 800 Milioncini già pronti per l'ammodernamento (non il rifacimento quindi) della SS106 da Rossano a Crotone, ma con una somma simile non credo si possano fare i miracoli che in tanti si aspettano, sicuramente non il raddoppio, al massimo si potrà allargare la carreggiata in qualche punto e inserire qualche rotatoria in più oltre le numerose già esistenti, credo, anche, che non sarà possibile costruire ex-novo le tangenziali per evitare i numerosi centri abitati; è di questo che ci si dovrebbe preoccupare, visto che per raggiungere l'aeroporto di Crotone da Sibari occorrono due ore e mezza se tutto va bene.

Ma torniamo al 3° Megagalattico Lotto. Tra tutte le fregnacce che ho letto una sola posizione è sensata e aderente ai FATTI veri, non quelli presunti o letteralmente fantasiosi. Quella del prof. Luigi Adduci che spiega perfettamente "carte alla mano" i veri motivi per cui non sono iniziati i lavori.

ANCORA SULLA VICENDA 106; E SEMPRE PER CHIAREZZA E RESPONSABILITA’!
adducidi Luigi ADDUCI
Sul problema del mancato avvio dei lavori del c.d. Macrolotto Sibari - Roseto della 106, il solito rappresentante dell’”associazione basta vittime sulla 106”, supportato da esponenti del governo regionale e da una parlamentare del pd, si ostina a polemizzare con argomenti stantii con gli esponenti dei 5 Stelle eletti nella piana di Sibari.
I sostenitori del governo regionale fanno finta di dimenticare che già nel 2018 l’Astaldi Spa, impresa che partecipa in ragione del 60% al Consorzio Sirio, general contractor del macrolotto in argomento, era in default ; ossia, era in condizione purtroppo di non poter onorare i debiti.
Il cronoprogramma fissato dall’Anas per l’esecuzione dei lavori  era un cronoprogramma scritto sull’acqua !
Abbiamo già avuto modo, (dalle colonne de “Il Meridione”  del 4 aprile u.s. con il titolo “Basta frottole elettoralistiche sulla 106 -  La Calabria ha bisogno di chiarezza e responsabilità “) di chiarire i termini della crisi in cui versava Astaldi Spa che nel frattempo aveva richiesto il concordato preventivo in continuità  aziendale per evitare il baratro del fallimento.
L’Impregilo che partecipa al 40% al Consorzio Sirio ha avanzato da tempo una proposta di acquisto sostanziale dell’Astaldi, previo risanamento finanziario.
Il gruppo Impregilo subordina dunque l’immissione dei suoi capitali in Astaldi al fatto che la Cassa Depositi e Prestiti intervenga con un prestito a lungo termine.
 Il consiglio di amministrazione della società Astaldi ha di recente comunicato di ritenere che il completamento della fase istruttoria e deliberativa degli istituti finanziari che devono soccorrere finanziariamente la società Salini-Impregilo, intervenuta per  rilevare la stessa Astaldi, “si possa collocare tra la fine di giugno e la prima decade di luglio”.
Il termine originariamente fissato al 19 giugno prossimo venturo, entro il quale il Tribunale di Roma doveva sciogliere la riserva sull’ammissibilità della proposta concordataria, è stato di fatto differito al 15 luglio 2019.
Solo dopo il 15 luglio 2019 forse sapremo il destino dell’Astaldi Spa.
Se il piano proposto da Salini-Impregilo viene accolto, i lavori potranno riprendere.
Se invece le condizioni poste non si avvereranno, il futuro del Consorzio Sirio, chiamato ad elaborare il progetto finale ed  ad avviare l’opera, sarà davvero incerto !
Il sito dell’Astaldi Spa reca un numero telefonico con l’indicazione del responsabile delle relazioni esterne, prassi cui facilmente si possono attingere tutte le informazioni sullo sviluppo della vicenda.
Chi diffonde notizie false tendenti solo ad esaltare il ruolo della giunta regionale e a massacrare il povero Toninelli per la sua incapacità ed inerzia, bene farebbe ad informarsi addirittura presso il Tribunale di Roma.

Credo che a questo punto non dovrebbero esserci ulteriori dubbi, fermo restando il mio personale parere negativo sulla realizzazione di un'opera estremamente costosa e che, ripeto per l'ennesima volta, "NON PREVEDE IL SUPERAMENTO DELLA STRETTOIA DI ROSETO CAPO SPULICO"

Antonio Michele Cavallaro


Ultime Notizie

La polizia di Stato italiana ha arrestato martedì, tra Lombardia e Calabria, 34 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di...
Una composizione poetica del nostro amico Aurelio Albanese che prende spunto dai recenti fatti accaduti in alcune aree del nostro...
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA UN ORDINE DEL GIORNO CHE CONFERISCE MANDATO AL SINDACO MUNDO PER CHIARIRE ALCUNI ASPETTI DELLA POTESTÀ...
Oltre 20.000 persone hanno visitato la fortezza di "Le Castella" a Isola Capo Rizzuto (Crotone) tra il 16 luglio e...
Buona domenica. Giusto per non dimenticare chi siamo e da dove veniamo proponiamo la lettura di un articolo che, oltre...

Please publish modules in offcanvas position.