Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Berlioz e Liszt, due musicisti e grandi amici

maxresdefault.jpgCari amici mentre scrivevo questa nota  ero all'ascolto della Symphonie fantastique di H.Berlioz, una delle mie sinfonie preferite in assoluto, un grande capolavoro e uno dei lavori più celebri ed eseguiti di Berlioz. Sapevi che Liszt la trascrisse tutta per pianoforte? Una sera del 1830 Liszt trascina Berlioz a mangiare a casa sua. Lo fa con entusiasmo, con energia, conducendo il collega con la forza, come ricorderà Berlioz in una lettera al padre. Seduti a tavola i due musicisti fraternizzano rapidamente provando una reciproca ed istintiva simpatia. E diventeranno grandi amici. Berlioz gli parla del Faust di Goethe, che Liszt non conosce ancora e che si fionda a leggere; Liszt dichiara a Berlioz tutta la sua devozione, e sarà il solo collega al quale il francese darà del tu per tutta la vita.

Quella sera scocca la scintilla che indurrà Liszt a trascrivere per pianoforte quel "mostro" che è la Sinfonia fantastica di Berlioz e si pongono le basi per la nascita di una partitura molto particolare, appartenente a un genere nuovo. In una lettera del settembre 1837 Liszt scrive: "Ho dato al mio lavoro la definizione di Partitura per pianoforte per rendere più evidente l'intenzione di seguire passo a passo l'orchestra e di non lasciarle altro vantaggio che quello della massa e della varietà dei suoni. Ciò che ho intrapreso per la Sinfonia di Berlioz lo continuo ora per quelle di Beethoven. Il serio studio delle sue opere, il sentimento profondo della loro bellezza quasi infinita, e anche le risorse del pianoforte che, grazie a un esercizio costante, mi sono diventate familiari, mi rendono forse meno inadatto di un altro per questo compito impegnativo".
Luigi Maffeo

 

Chi volesse ascoltare la Sinfonia di Berlioz trascritta da Liszt può farlo cliccando quì nell'esecuzione del pianista M° Roger MURARO

Ultime Notizie

Cinema per il Sociale, questa è la parola d’ordine che il regista e produttore cinematografico cosentino Pasquale Arnone utilizza per...
Abate, Forciniti, Sapia (Parlamentari M5S Corigliano-Rossano): «Nell’incontro col Viceministro Cancelleri abbiamo posto le basi per avere una strada a quattro...
TORNA IL CARNEVALE DELLO JONIO A TREBISACCE E RADDOPPIA I SUOI APPUNTAMENTI La Pro Loco Città di Trebisacce è fiera di...
Flavio Insinna, con lo spettacolo “La Macchina della Felicità”, il primo marzo prossimo, alle ore 21:00, sul palcoscenico del teatro...
Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide Cassano all’Ionio (Cosenza) Giovedì 20 febbraio 2020 – Ore 17.00 Giovedì 20 febbraio 2020, alle ore 17.00, a...

Please publish modules in offcanvas position.