Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

"Accordo ingiusto con l'Albania"

Taz_Logo.svg.pngIl giornalista tedesco Christian Jakob così si é espresso nei confronti della decisione della premier italiana sul giornale per cui scrive, la "TAGESZEITUNG" (in tedesco "giornale" è un  etimo di genere femminile). Di seguito pubblichiamo l'articolo in questione estrapolato dal settimanale italiano "Internazionale". Per maggiore conoscenza precisiamo che quel giornale fu fondato nel 1978 da una cooperativa di Berlino Ovest, inizialmente fu un quotidiano locale indipendente di estrema sinistra. Al suo interno la rubrica Futuro si occupa prevalentemente dei problemi legati agli effetti climatici, dando risalto alle notizie degli ultimi avvenimenti internazionali. Un'altra pagina, molto articolata e seguita con interesse dai lettori, è quella dedicata alle ingiustizie sociali. Il giornalista Christian Jakob è redattore del quotidiano in questione ma si occupa da anni dei problemi dell'emigrazione ed ha ideato  il sito Migration control, su cui affronta i problemi mondiali delle migrazioni. (La redazione)

L’Albania si è impegnata ad aprire sul suo territorio due centri di accoglienza temporanei per i migranti che vogliono entrare in Italia. La presidente del consiglio italiano Giorgia Meloni userà l’accordo con il primo ministro albanese Edi Rama per guadagnare consensi, visto l’aumento del numero di migranti arrivati in Italia negli ultimi mesi. Si tratta di un nuovo colpo ai diritti di chi vuole emigrare. Già nel 2018 l’Unione europea aveva chiesto al governo di Tirana di farsi carico dei migranti salvati nel mar Mediterraneo in attesa che fossero esaminate le loro richieste d’asilo. All’epoca Rama aveva respinto la proposta. Il fatto che abbia cambiato idea renderà ancora più acceso il dibattito nell’Unione europea sullo spostamento della procedura d’asilo in uno stato terzo. Ci sarà chi si rivolgerà ad altri paesi balcanici. Resta il fatto che Meloni e gli altri politici europei favorevoli a soluzioni simili non sanno rispondere a una questione centrale. L’Italia accoglierà alcune delle persone mandate in Albania e ne espellerà altre. Ma non è chiaro cosa ne sarà dei migranti che Roma non accoglierà, perché non è possibile identificarli o perché non possono dimostrare di arrivare da una zona di guerra. Resteranno in Albania? È per questo che finora nessun paese ha adottato questo modello. Forse l’Italia non ha riflettuto sul problema, per questo l’accordo con l’Albania potrebbe saltare. Dal punto di vista politico Roma sembra pronta a ignorare i diritti dei migranti. Ma le direttive dell’Unione europea stabiliscono chiaramente dove e come i richiedenti asilo devono essere accolti. Non è previsto che siano portati in altri paesi e trattenuti lì. Il piano di Meloni difficilmente sarà accettato a Strasburgo.

Ultime Notizie

Ho avuto non poche difficoltà nell'accingermi a descrivere le mie sensazioni dopo aver appreso la tristissima notizia della dipartita del...
Il nostro server ha dato i numeri per alcuni giorni e non siamo riusciti a pubblicare alcune notizie riguardanti avvenimenti...
Grandissima soddisfazione e orgoglio per Maria Carmela Padula e Sara Faillace (foto a lato) ammesse alla prestigiosa Accademia Nazionale...
(foto: Parco Archeologico di Sibari)Tanto tuonò che piovve: l’Autonomia regionale differenziata è legge. E come per la sanità si espande...
Consorzio di Bonifica della Calabria annuncia controlli straordinari in tutta la Regione per evitare abusi e garantire l’acqua agli...

Please publish modules in offcanvas position.