Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Affluenza bassa per il referendum. A Trebisacce vota il 64,44%

TREBISACCELe urne per il referendum sono rimaste deserte o quasi, pochissimi i cittadini che hanno ritenuto importante dare il proprio parere sugli argomenti referendari, la giustizia sembra non interessare la stragrande maggioranza della popolazione, salvo poi lamentarsi quando s'incappa nei suoi ingranaggi: era prevedibile, ma anche le amministrative, non hanno sollecitato tanto gli elettori. Nell'Alto Jonio, Trebisacce era coinvolta a causa dello scioglimento della passata amministrazione per i motivi ormai risaputi; nella più popolosa cittadina di quell'area le quattro liste in gara hanno dovuto "accontentarsi" del 64,44% di affluenza, che tutto sommato non é proprio male considerato il momento di poco "appeal" della politica. Resta però il fatto che il vincitore Aurelio con i suoi 1841 voti su una base di partenza di 8160 aventi diritto al voto, rappresenta solo il 22,56% della popolazione. A ben vedere il dato su cui riflettere è quel 35,66% di astenuti, che sono i reali vincitori di questa tornata elettorale. Se ne sono fregati di tutte le profferte più o meno amorose dei quattro candidati ed hanno risposto con uno sberleffo. I dati bisogna leggerli così, perché il significato del non voto non è da sottovalutare, vi è racchiusa la sfiducia per la politica che non è riuscita a interpretare le vere necessità della popolazione. Ci auguriamo che la nuova squadra riesca a captare i bisogni del restante 77,44% dei cittadini e che, soprattutto, riesca a trovare le contrarie giuste per il loro soddisfacimento. A proposito, invece, della bassissima affluenza alle urne nella città di Cassano, abbiamo ricevuto una dichiarazione di Francesco Garofalo che di seguito riportiamo. (Michele Sanpietro)

cassano allo ionioIl dato dell’affluenza alle urne nel Comune di Cassano, che si attesta al 6,50%, a fronte di 13.031 elettori iscritti a votare, impone un’approfondita riflessione sulla mancata partecipazione al voto. E’ quanto afferma Francesco Garofalo, presidente del Centro Studi “Giorgio La Pira”, della cittadina ionica. Un dato – evidenzia -, che conferma il distacco tra la politica e di quello che ci è rimasto dei partiti, e il paese reale. Anche Cassano, risente di una crisi profonda delle realtà partitiche e della disaffezione in particolare dei giovani, che evidentemente percepiscono il disagio rispetto alla totale assenza di un ben che minimo di dibattito su i grandi tempi. I partiti sempre più appiattiti, rinchiusi su se stessi e governati dai soliti “noti”. Eppure – ricorda Garofalo -, Cassano nel passato vanta una tradizione di grandi momenti, una vera fucina per tanti di noi. Oggi, nostro malgrado, registriamo il picco più basso e il fallimento di una classe dirigente, non più capace di saper interpretare i segni dei tempi e il malessere che serpeggia da tempo. Se si è lontani – prosegue la nota -, dalle attese della povera gente, come ad esempio l’annosa problematica sanitaria e la disoccupazione dilagante, il risultato non può che essere questo. Lo aveva previsto Enrico Berlinguer nel 1981: “I partiti hanno degenerato”. Come nel resto del Paese, nella città di Cassano, non concorrono più alla formazione delle classi dirigenti capaci di capire le grandi correnti di opinione, organizzando le aspirazioni del popolo e convogliarlo al perseguimento del bene comune. Cosa fare? Beh – ha concluso -, lo ha ben capito Mons. Francesco Savino, con la scuola di alta formazione “Aretè”, un vero e proprio luogo per chiunque vuole impegnarsi in politica in ogni ambito e per non perdere l’appuntamento con la storia.

Ultime Notizie

Ho avuto non poche difficoltà nell'accingermi a descrivere le mie sensazioni dopo aver appreso la tristissima notizia della dipartita del...
Il nostro server ha dato i numeri per alcuni giorni e non siamo riusciti a pubblicare alcune notizie riguardanti avvenimenti...
Grandissima soddisfazione e orgoglio per Maria Carmela Padula e Sara Faillace (foto a lato) ammesse alla prestigiosa Accademia Nazionale...
(foto: Parco Archeologico di Sibari)Tanto tuonò che piovve: l’Autonomia regionale differenziata è legge. E come per la sanità si espande...
Consorzio di Bonifica della Calabria annuncia controlli straordinari in tutta la Regione per evitare abusi e garantire l’acqua agli...

Please publish modules in offcanvas position.