Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Presepe Vivente a Sibari

presepe sibari locandina.jpgDopo un anno di pausa, a Sibari la tradizione del Presepe Vivente, nata circa 30 anni fa, ha ripreso con nuovo vigore ad essere rappresentata. Il palcoscenico è sempre lo stesso: la piazzetta antistante la Chiesa di S.Eusebio. Gli artefici di questa realizzazione ruotano sempre attorno alle figure emblematiche che hanno sempre dimostrato grande volontà e sacrificio, primo fra tutti l'imprenditore Mimmo Alfano, affiancato quest'anno da un gruppo di giovani che hanno dato un valido contributo nei lavori di "costruzione" del villaggio di Betlemme.  Attorno alla "grotta" della Natività le botteghe degli antichi mestieri delle nostre contrade sono state rivisitate e splendidamente rivitalizzate attraverso l'interpretazione estemporanea di decine di "figuranti", molti dei quali non hanno dovuto faticare molto nella recitazione, perchè essi stessi artigiani veri in anni ormai passati. Così le figure del ciabattino, del falegname , del mugnaio, del panettiere ecc. hanno fatto da corona d'eccezione all'evento principale, quello della commemarazione della nascita del Redentore. La figura del Padre Putativo di Gesù è forse quella più emblematica per i sibariti, perchè il San Giuseppe è ormai divenuto storico ed è sempre lo stesso da 30 anni.

Solo 3 anni fa, il Presepe di Sibari ha ricevuto l'ambito premio di "più bello d'Italia" e sicuramente l'edizione di quest'anno é stata all'altezza delle aspettative.

presepe maria giuseppe.jpgL'ultima rappresentazione di quest'anno sarà quella del prossimo 6 gennaio che culminerà con l'arrivo dei Re Magi per la gioia di grandi e piccini. Grande è stata la partecipazione di popolo, non solo di sibariti, ma di curiosi e appassionati di tutto il territorio, ovviamente non poteva mancare all'inaugurazione la presenza del vescovo mons. Francesco Savino, quella del sindaco e di alcuni assessori del comune di Cassano che hanno gioito con i cittadini per la bella manifestazione.

A chi volesse approfondire l'argomento consigliamo la lettura della nota scritta e pubblicata qualche anno fa dal giovane e brillante concittadino Amerigo Simone, il relativo link si trova in coda al presente articolo. Arrivederci al giorno dell'Epifania per l'ultimo appuntamento di questa edizione.

Michele Sanpietro

 

Cliccare quì per la nota del 2015 di A.Simone

 

 

 

 

Ultime Notizie

Nella selva di foto di documenti scattate da me nell'immenso archivio della Famiglia Serra Cassano sito in Napoli, ieri, nel...
A fronte della mancata presa di posizione della Biennale d’Arte circa la discutibile condotta di Israele nella reiterata violazione dei...
Presentazione del lavoro di ricerca con CSV e Università della Calabria Vivere nell’Italia estrema è una sfida che chi vive...
Coldiretti Calabria a Bruxelles: risposte tempestive per stop burocrazia e misure urgenti per reddito imprese Una delegazione di Coldiretti Calabria, composta...
38° Premio Troccoli: consegna dei riconoscimenti sabato 18 maggio 2024 Francesco Grisi a 25 anni dalla scomparsa Intervista con Pierfranco Bruni La...

Please publish modules in offcanvas position.