Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Castrovillari, Incontro con i comuni per megalotto SS106

INCONTRO A CASTROVILLARI per III MEGALOTTO.jpeg(FOTO: l'assessore regionale Musmanno e il sindaco Mundo) L’ANAS e l’Assessore Regionale alle Infrastrutture Roberto Musmanno hanno incontrato a Castrovillari i sindaci dei Comuni interessati alla realizzazione dell' ormai arcinoto 3° Megalotto della SS.106. Si è discusso delle opere compensative derivanti dai lavori della Nuova S.S. 106, ammontanti ad oltre 14 milioni di euro, più altri 14 che saranno utilizzati per rendere più fruibile il Parco Archeologico di Sibari. Mica noccioline, ben 28 milioni che i sindaci vorrebbero praticamente impiegare ognuno per cosette proprie e non per un'opera che sarebbe interessante per tutti, cioé una pista ciclabile che, secondo l'ANAS, dovrebbe scorrere di fianco alla prevista 4 corsie. E' inutile ribadire per l'ennesima volta che questo progetto NON PREVEDE di evitare la strettoia di Roseto Capo Spulico, perché quella parte del progetto non è stata approvata e chissà quando lo sarà, quindi la costruzione di questo fantasmagorico tratto di appena 30 km ca, servirà solo per permettere a qualcuno dal piede pesante di andare a folle velocità fino a Roseto per poi infilarsi nell'imbuto della stravecchia SS106 che passa nel bel mezzo dell'abitato. Detto questo, sarebbe interessante sapere perché l'ANAS e l'assessore Musmanno hanno avuto l'intelligente "pensata" di incontrare i rappresentanti dell'Alto Jonio a Castrovillari, città che non è interessata al progetto, e non farlo per esempio a Sibari o comunque in una delle aree attraversate. Diciamo che qualche sospettuccio ce l'abbiamo, Castrovillari è zona neutra e i soliti contestatori "rompiscatole" che sono contro il megalotto non avrebbero dato fastidio, vero assessore?

Un altro pensiero maligno saltella nelle nostre meningi, il quinquennio a guida PD dell'amministrazione regionale sta per scadere, l'anno prossimo ci saranno le elezioni e chi finora ha governato alla "buena de dios" vorrebbe approfittare per raggranellare qualche consenso sfruttando non solo il miliardo e trecento milioni dell'opera, ma anche i 28 "miserabili" milioni per le opere compensative, vero assessore?

Un'altra domandina facile facile, dobbiamo però farla sia all'ANAS che all'assessore: Cassano era presente a Castrovillari? E se si, da chi era rappresentata, da uno dei commissari che da circa un anno amministrano il comune?

Se così è stato, vorremmo, anzi, vogliamo sapere che cosa hanno detto costoro e qual'é stata la loro posizione durante l'incontro, in qualità di rappresentanti del popolo cassanese. Che il Consiglio Comunale sia stato sciolto per sospette infiltrazioni mafiose, lo sappiamo e non vogliamo neanche discuterne, ma non dimentichiamo che questi 3 SIGNORI che sono stati inviati dal ministero degli Interni per reggere la municipalità cassanese e che costano, insieme ad altri "inviati speciali" tra stipendi, rimborsi spese ecc ecc. circa 20'000 € al mese ai cittadini di Cassano, oltre a preoccuparsi del "ripristino" della legalità, devono occuparsi degli interessi della collettività, certo sempre nel rispetto delle leggi.

I sindaci presenti all'incontro hanno tutti cercato di tirare l'acqua al proprio mulino, bene lo ha fatto il sindaco di Trebisacce avv. Mundo, che subito ha diramato un comunicato, che alleghiamo in coda, per rendere noto ai propri cittadini il suo operato, stessa cosa han fatto tutti gli altri, e Cassano? Il fatto che siano tre "burocrati" a dirigere la cosa pubblica non li esime dall'informare il popolo cassanese sul come è andata, sempreché qualcuno di loro sia stato presente. E sì, perché potrebbe anche essere che non ci sia stato nessuno seduto a quel tavolo castrovillarese a rappresentare gli interessi di Cassano. Abbiamo letto sulla stampa che è stato fissato un altro incontro per il prossimo 21 marzo, ma questa volta a Trebisacce, cercheremo di esserci per capire cosa diranno e proporranno, intanto invitiamo le organizzazioni associative e politiche di Cassano a darsi da fare per non restare come al solito a "becco asciutto" e non aspettare che altri prendano decisioni per noi.

A.M.Cavallaro

Città di TREBISACCE -  COMUNICATO STAMPA –   INCONTRO SULLA NUOVA S.S. 106 A CASTROVILLARI

Il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, ha incontrato, presso il Comune di Castrovillari, insieme agli altri colleghi sindaci del territorio interessati al III Megalotto della Nuova SS 106, i referenti dell’ANAS e l’Assessore Regionale alle Infrastrutture Roberto Musmanno, per discutere in merito alle opere compensative derivanti dai lavori della Nuova S.S. 106, ammontanti ad oltre 14 milioni di euro, più altri 14 che saranno utilizzati per rendere più fruibile il Parco Archeologico di Sibari.

“Prima di procedere - ha dichiarato il sindaco Franco Mundo - a qualsiasi ragionamento relativo alla natura e all’entità delle opere compensative, c’è un passaggio da esplicitare: la visione e presa d’atto del progetto esecutivo della nuova arteria stradale che includerà anche le opere compensative. Per tanto, pur apprezzando e ringraziando l’Assessore Musmanno e l’Arch. Magarò, Capo Progetto dell’Anas, per la loro proposta di sfruttare tale opportunità realizzando una sola opera, nello specifico una pista ciclabile che attraversi tutto il territorio, riteniamo, in comune accordo con tutte le altre realtà cittadine, che tali fondi debbano andare ad incidere in maniera diretta sulle dinamiche dei singoli comuni, in base alle singole esigenze collegate alla stessa arteria stradale. Ma in che modo questa opportunità debba essere concretizzata lo si potrà stabilire solo ed esclusivamente dopo la definizione e condivisione del progetto esecutivo. Nei prossimi giorni, organizzeremo un incontro con i referenti istituzionali di tutto il territorio interessato dal passaggio della Nuova 106, per discutere questo tema, e per confrontarci su un’opera che si appresta a cambiare le dinamiche proprie della rete autostradale di tutta la Calabria e l’aspetto urbanistico dei comuni. Continueremo a lavorare per la realizzazione di quest’opera, di importanza fondamentale per tutto il territorio, certi che la costruzione di una tale arteria stradale avrà una ricaduta occupazionale e turistica di fondamentale valenza”.

L’appuntamento è ora per il 21 marzo, data prevista per un altro incontro con l’Assessore Regionale Musmanno, finalizzato a cercare, attraverso una sintesi, di stabilire modalità e termini delle opere compensative.

Ultime Notizie

Non solo Festa della Repubblica, ricordiamo anche due avvenimenti che riguardano la musica classica. Nel 1987 moriva il grande chitarrista...
Dopo qualche giorno dell'inaugurazione del cantiere sul terzo megalotto, ci sentiamo in dovere di ribadire che una strada nuova sul...
Le chiamano poltrone, ma diventano sempre piu scomode quando i loro giochetti in Regione vengono a galla. La Calabria oggi...
Anche gli dei non sono tutti uguali. Eos ovvero Aurora, la dea che commise un fatale errore perché lavorava troppo.
Quando il compianto prof. Alfonso Curto presentò lo stradario di Sibari e Lauropoli a cui aveva lavorato per circa un...

Please publish modules in offcanvas position.