Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Ass. Reg. Agricoltura Gallo - Diversi Comunicati

8b328031-0444-4cf2-ac48-76a76c4fbda2.jpg Si è riunita in Cittadella la consulta

faunistico-venatoria

Intanto la Giunta si accinge ad approvare il calendario venatorio 2020/2021

L’Assessore Gallo: «La sinergia tra le parti base della pianificazione del comparto caccia»

Si è riunita alla Cittadella la Consulta faunistico-venatoria, convocata dall’Assessore regionale all’Agricoltura,Caccia e Pesca, Gianluca Gallo. All’incontro hanno preso parte anche il dirigente generale del Dipartimento Agricoltura, Giacomo Giovinazzo,edi rappresentanti delle organizzazioni venatorie, delle associazioni ambientaliste, delle organizzazioni professionali, degli Ordini degli agronomi e dei veterinari, dei Carabinieri forestali e della Città Metropolitana di Reggio Calabria.

La riunione si è svolta in un clima di collaborazione, per la soddisfazione dell’Assessore Gallo, secondo il quale«il complesso mondo venatorionecessita di attenzione e sostegno da parte delle istituzioni, ma forse ancor prima della massima sinergia tra associazioni venatorie, ambientaliste ed addetti ai lavori. Le premesse sembrano ottime. Sono certo che porteremo a compimento una pianificazione attenta e puntuale in poco tempo. E per far questo, la Consulta dovrà riunirsi con cadenza mensile». Nel corso dei suoi lavori, l’assemblea si è occupata delle linee programmatiche da adottare nel prossimo futuro, della necessità di aggiornare il piano faunistico venatorio ed il piano di selezione, nonché del disciplinare di caccia al cinghiale e della problematica degli ungulati.Dal confronto è emerso che ad oggi si è proceduto a circa un terzo dei 10.000 abbattimenti previsti dal piano, con ottimi risultati in tutte le province, eccezion fatta per i territori della Città Metropolitana di Reggio Calabria, nei quali si sta iniziando ad operare adesso. Si è discusso, altresì, dei punti di igiene, della gara per lo smaltimento delle carcasse di cinghiale positive ai controlli sanitari e, naturalmente, del calendario venatorio 2020/2021. Con riferimento a quest’ultimo, l’Assessore Gallo ha precisato che a breve lo stesso sarà approvato in Giunta ed ha aggiunto, inoltre, essere in fase di approvazione anche una convenzione con i Carabinieri forestali. «Per quanto riguarda invece il disciplinare di caccia al cinghiale – ha precisato Gallo – saranno accolte tutte le istanze delle associazioni venatorie, i cui contributi sono preziosissimi». L’Assessore ha poi focalizzato l’attenzione sulle potenzialità del settore faunistico-venatorio. «D’intesa con il presidente Santelli – ha detto – ci adopereremo affinché il settore della caccia diventi un segmento economico importante per la nostra regione».

Catanzaro, 1 Luglio 2020

Welfare: il Comune di Soverato stoppa le rette

Ma la Regione incalza: «Andare avanti senza indugio»

L’assessore Gallo: «Atteggiamento incomprensibile: a rischio servizi e posti di lavoro»

«E’ incomprensibile l’atteggiamento di chi ha sempre sostenuto la pseudoriforma del welfare ed ora, nonostante la Regione abbia fatto per intero la sua parte, si rifiuta di osservarla, ponendo a rischio servizi e posti di lavoro».

Così l’assessore regionale al welfare Gianluca Gallo commenta la decisione del Comune di Soverato, capofila dell’omonimo ambito, di non garantire, a partire dal primo Luglio, la copertura delle rette degli utenti assistiti dai centri operanti nel territorio di riferimento. «Pare che la posizione del Comune – spiega Gallo - sia dettata dall’esigenza di ricevere dall’assessorato chiarimenti e direttive. In realtà, premesso che l’assessorato non è certo legittimato a fornire direttive tecnico-giuridiche, v’è da dire che il Dipartimento competente, attraverso il Settore Servizi Sociali, già ai primi di Giugno aveva fornito ogni utile informazione e ragguaglio». Aggiunge l’assessore: «Da un punto di vista istituzionale, la posizione assunta dal Comune di Soverato pare fuori luogo, se sol si considera che proprio per definire ogni questione afferente l’attuazione della deformante riforma del welfare è già in programma, da giorni, uno specifico incontro coi Comuni capiambito, in programma nella giornata del 2 Luglio». Da un punto di vista prettamente politico, prosegue Gallo, «la decisione assunta appare essereinvece pretestuosa e strumentale: da sempre andiamo sostenendo che la Dgr 503 presenta lacune ed anomalie da correggere, e per questo siamo stati oggetto di attacchi e polemiche, finendo addirittura con l’essere accusati di voler privilegiare oscuri poteri forti. Adesso, invece, chi quella riforma ha difeso, la blocca inopinatamente, mettendo a repentaglio sia i cittadini sia gli operatori del comparto». Chiosa l’assessore Gallo: «Mi auguro si tratti di semplici errori di valutazione, destinati a venir meno già in occasione del richiamato incontro del 2 Luglio. Ad ogni modo, alla luce della situazione determinatasi, attraverso il Settore Servizi Sociali, la Regione ha già chiarito la vicenda: le competenze sono state trasferite ai Comuni ai quali, di recente, sono state anche trasmesse le somme necessarie, nella misura del 60% dell’importo annuo preventivato per il 2020. Da qui, pertanto, l’invito al Comune di Soverato a voler assumere tutte le determinazioni necessarie, nell’attesa di addivenire a quella radicale revisione della pseudoriforma del welfare, i cui limiti oggettivi, da noi sempre segnalati, iniziano adesso ad emergere pericolosamente per la tenuta del sistema».

Catanzaro, 30 Giugno 2020

PSR: in arrivo altri 20 milioni di euro di pagamenti

In liquidazione i premi delle misure a superficie delle aree svantaggiate

Assessore Gallo: «Sostegno a oltre 20.000agricoltori: in tre mesi erogati quasi 70 milioni»

«Andiamo avanti senza sosta nei pagamenti del Programma di sviluppo rurale 2014/2020».

Lo dice l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, commentando l’ultimo decreto – in ordine di tempo - elaborato dall’organismo pagatore regionale Arcea, in collaborazione con il Dipartimento Agricoltura.In particolare, grazie all’istruttoria automatizzata del decreto numero 96, è stata avviata la liquidazione di 19.517.045,91 euro in favore dei beneficiari delle misure a superficie del PSR e specialmente della misura 13, relativa alle indennità compensative per gli imprenditori agricoli operanti in zone soggette a vincoli o comunque svantaggiate, «che hanno il merito di mantenere in vita non solo le attività economiche – sottolinea l’Assessore - ma anche la rete di relazioni sociali e produttive nelle aree più periferiche e meno agevoli della nostra regione». Aggiunge Gallo: «Con questa tranche di pagamenti, le risorse comunitarie immesse dalla Regione nel settore agroalimentare dall’inizio dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia ad oggi salgono a più di 70 milioni».

Dettagli: il decreto numero 96 si riferisce all’erogazione di risorse a sostegno della misura 13 “Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici”, destinate a 18.303 beneficiari, per un importo complessivo di 13.650.482,81 euro; della misura 10 “Pagamenti agro – climatico – ambientali”, per la quale a 1.024 beneficiari saranno corrisposti3.790.777,33 euro; della misura 11 “Agricoltura biologica”, per la quale saranno pagati 2.073.623,04 euro a 1.009 agricoltori; ed infine della misura 14 “Benessere degli animali”, con 2.162,73 euro per 3 beneficiari.

Catanzaro, 30 Giugno 2020

Agroalimentare: dalla Regione sostegno agli allevatori

Più di due milioni di euro per la salvaguardiarazze di animali autoctone

L’Assessore Gallo: «Recuperati ritardi: già aperti i termini per l’annualità 2020»

E’ stata pubblicata sul portale istituzionale dell’Autorità di gestione www.calabriapsr.it la graduatoria definitiva delle domande risultate ammissibili a premio, relative alla misura 10.01.08 del Psr, “Salvaguardia delle razze autoctone minacciate di abbandono e presenti sul territorio regionale”,in riferimento all’annualità 2019.«Con il provvedimento assunto – dice l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – la Regione si muove a difesa del patrimonio di biodiversità animale calabrese, liquidando 2.227.430,00 euro in favore di 319 beneficiari che hanno l’importantissimo compito di tutelare le razze autoctone a rischio di estinzione. Questo a dimostrazione che il PSR non è solamente agricoltura in senso stretto, ma anche sostegno di tutte le attività e le forme di vita legate alle aree rurali». Aggiunge l’Assessore: «Le razze animali autoctone a rischio di estinzione, per le loro abitudini e caratteristiche peculiari sono fondamentali,in quanto salvaguardano a loro volta i territori spesso più impervi e svantaggiati, preservandoli così da fenomeni di erosione di abbandono».

Con il Decreto adottato dal Dipartimento Agricoltura, in particolare, sono stati approvati gli elenchi definitivi degli ammessi a premio, riesaminati da un’apposita Commissione di valutazione che si è espressa anche a seguito di precisazioni e chiarimenti al bando emanate dall’Autorità di Gestione del PSR Calabria, su impulso delle Organizzazioni professionali di categoria, in merito alla possibilità di accertamento delle consistenze zootecniche degli allevamenti direttamente presso l’Associazione Regionale Allevatori (ARA) e con esclusione dalla premialità soltanto di coloro i quali, per le medesime razze, abbiano già ottenuto riconoscimenti con precedenti bandi. Per l’effetto, la Commissione di riesame ha valutato con esito positivo il 92% delle domande di aiuto pervenute.

Nel frattempo, sono stati già aperti i termini per la presentazione delle domande di pagamento per la conferma degli impegni per l’annualità 2020. Il termine ultimo è fissato al 10 Luglio prossimo.

Catanzaro, 29Giugno 2020

Segreteria dell’Assessore all’Agricoltura

Regione Calabria

Ultime Notizie

"Le previsioni presenti in questo sitoi non vogliono istigare al gioco del lotto, chi lo fa si assume tutte le responsabilità...
Una vita brevissima eppure intensa quella di un musicista che pochi ricordano e che, comunque, è riuscito a lasciare un'impronta...
Ci piace offrire ai nostri lettori l'articolo di mons. Vincenzo Bertolone pubblicato sull'edizione catanzarese del "Quotidiano di Calabria" a proposito...
Dopo l’approvazione della risoluzione in Commissione Cultura del Senato in merito alla Candidatura del sito archeologico di Sibari a sito...
Beh, non si può dire che l'amico e affezionato collaboratore DOMINIK non abbia ragione di gioire, questa volta ha azzeccato...

Please publish modules in offcanvas position.