Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

In arrivo ai Laghi di Sibari una pompa dragante

BENNA DRAGANTE.jpg(Foto: la benna a pompa)  Ieri eravamo stati invitati alla cerimonia di consegna di una "Benna Dragante" a pompa , che dovrebbe disinsabbiare l'ingresso del canale degli Stombi e permettere, quindi, alle imbarcazioni ancorate nel porticciolo turistico "Sybaris Marine", altrimenti detto "Laghi di Sibari", di uscire in mare aperto. Siamo giunti sul posto un po' in ritardo, ma della benna non c'era traccia. Come al solito era lì in azione la benna meccanica fornita dal Consorzio di Bonifica. Purtroppo ci siamo persi il clou della manifestazione. In effetti non si è trattato della "Consegna di una benna dragante", come si potrebbe arguire dal comunicato diffuso dall'A.Comunale, ma di una semplice prova di funzionamento di una draga similare. Non c'è nulla di male intendiamoci, ma perchè annunciare una consegna non avvenuta? Ma ritorniamo alla benna a pompa. Non crediamo che sia la risoluzione del problema. Certo, come dice qualcuno, "meglio di niente", intanto si continua a spendere soldi inutilmente, perchè l'insabbiamento continuerà all'infinito se non si agirà in modo strutturale. Se contassimo quanti soldoni sono stati spesi finora, probabilmente la struttura sarebbe stata realizzata, ma no, si deve continuare con queste "pezzuole bagnate" che certo non fanno guarire il "malato".

draga1.JPGIn effetti in cosa consiste questa benna dragante? Si tratta di una pompa collegata alla benna di un normalissimo trattore-escavatore che immersa nel canale aspira acqua e sabbia che andranno ad essere scaricate sul versante opposto del piccolo spartiacque in cemento che separa il canale degli Stombi dalla spiaggia adiacente, quella dei "Casoni" per intenderci. Il quantitativo di sabbia che viene pompata insieme all'acqua è in percentuale massima del 10/15%, quindi veramente poco se si considera l'enorme quantità di sabbia che si accumula ogni inverno all'imboccatura del canale. Cosa sarebbe più utile? Una draga vera e propria, galleggiante, come quella nella foto a destra, che la stessa azienda Dragflow è in grado di fornire e che viene utilizzata proprio per dragare "porti turistici". E chiudiamo quì perchè non vogliamo fare la parte di chi è sempre scontento, ma il fatto è che i "palliativi" non ci piacciono.

A.M.Cavallaro

Di seguito il comunicato del Comune di Cassano:

Una benna dragante, munita di relativa tubazione di refluimento, è stata consegnata dalla ditta Dragflow, da Roverella, aggiudicataria della fornitura all’amministrazione locale, destinata al disinsabbiamento della foce del Canale Stombi, che com’è noto, rappresenta la via marina da e per il Centro Nautico dei Laghi di Sibari.Insieme ai rappresentanti della ditta appaltatricee ai tecnici della stessa, che ha praticato il ribasso del 38% sull’importo a base d’asta di 130 mila euro derivanti da un finanziamento erogato dalla Regione Calabria, sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco, Gianni Papasso, rappresentanti della giunta municipale, consiglieri comunali, funzionari dell'ente, il direttore del Consorzio di Bonifica di Trebisacce, Ingegnere Biagio Cataldi, rappresentanti dei Cantieri Nautici, della Lega Navale di Sibari e del Cantiere Teodoro Gallina. Tutto si è svolto nei pressi dell’imboccatura del canale degli Stombi, a Sibari, dove, nell’occasione, si è proceduto anche a un primo test di collaudo delle attrezzature fornite. Il sindaco Papasso, a margine della cerimonia, ha ribadito l’impegno e l’attenzione dell’amministrazione comunale, per la risoluzione dell’annoso problema dell’insabbiamento del canale Stombi, che tanto nocumento provoca all’immagine e alla funzionalità del porto turistico dei Laghi di Sibari, un tempo non tanto remoto, con i suoi 2500 posti barca e uno scenario naturale singolare, meta ambita della nautica da diporto.Quanto al ribasso d’asta disponibile, pari a 38 mila euro, previa autorizzazione all’utilizzo da parte della Regione Calabria, esso potrà essere investito per l’acquisto di un pontone galleggiante e di altre attrezzature che implementeranno le operazioni di disinsabbiamento del canale Stombi.

Da sottolineare, inoltre, che un altro finanziamento regionale di altri 100 mila euro, possa arrivare a Cassano, con la medesima destinazione d’uso. La benna dragante, oltre che dal sindaco Papasso e dall’amministrazione locale, è stata accolta con grande piacere dai rappresentanti della Lega Navale, del cantieri Nautici e dal Consorzio di Bonifica, che da qualche anno, legato da un protocollo d’intesa, collabora con il comune per assicurare la navigabilità del canale Stombi ai natanti in entrata e uscita dai Laghi di Sibari.

Lì, 07.11.2017                Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni

 

Ultime Notizie

Al 2 luglio sono legati tre personaggi importanti: compositore il primo, diventato famoso in Italia per la canzone di Celentano...
(foto: Don Orione e Ignazio Silone) Scenari/26. Uscita di sicurezza.Testimoniando al processo di beatificazione di don Luigi Orione a Tortona,...
Non è che vogliamo fare a tutti i costi i rompiscatole, ma nel leggere il comunicato che segue apprendiamo che...
Il sindaco del Comune di Frascineto, Angelo Catapano, in occasione della stagione estiva, al fine di garantire l'igiene pubblica e...
L’Amministrazione comunale di Villapiana è vicina, ancora una volta con spirito solidale, alle esigenze delle famiglie che vivono delle fragilità,...

Please publish modules in offcanvas position.