Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Il Comitato "Ritorno a Sibari" scrive al sindaco di Cassano

bretella planimetria1Recentemente funzionari e responsabili tecnici dell'Ente che gestisce i lavori delle Ferrovie dello Stato hanno incontrato l'amministrazione comunale di Cassano (sindaco e assessori vari) per affrontare il grave problema della lunetta o bretella, che dir si voglia, che permetterebbe di bypassare la stazione di Sibari ai treni provenienti da Sud per raggiungere poi Cosenza, Paola ecc.. Come ormai é a conoscenza di chiunque si sia interessato alla faccenda, la cosa va avanti dal 2021, ma i rappresentanti del Comune di Cassano sembra se ne siano siano accorti solo ora, anche se reiterate sono state le sollecitazioni da parte delle ferrovie per un parere tecnico-politico. Ebbene, dopo che a Sibari si é costituito un comitato denominato "ritorno a Sibari" con il dichiarato intento di impedire quest'altra "trovata" che vorrebbe relegare ancor di più Sibari e tutta l'area dell'alto Ionio a dimenticata periferia, si sono finalmente sentiti gli "anatemi" della politica locale finora sonnacchiosa e assente, impegnata a ben più importanti imprese. Bene, andiamo ai fatti recentissimi a cui accennavamo nell'incipit di questa nota: l'incontro fra amministratori locali e responsabili delle ferrovie. Come al solito chi amministra decide autonomamente come fare e disfare sul territorio non tenendo conto alcuno del pensiero dei cittadini coinvolti nelle loro scelte, quindi all'incontro non è stato presente nessun rappresentante del comitato che si era a suo tempo costituito e, giustamente, è stata inviata una garbata lettera al sindaco affinché nei prossimi incontri con gli apparati tecnici delle ferrovie venga invitato anche il comitato "ritorno a Sibari". Pubblichiamo nell'allegato la lettera inviata, per ogni doverosa riflessione su quel che si sta tramando alle spalle di circa 25mila cittadini che da Sibari a Rocca Imperiale saranno tagliati fuori da un importante collegamento ferroviario, se l'assurdo progetto sarà realizzato. (La redazione)

 

 

Ultime Notizie

IL PRESIDENTE OCCHIUTO INDOSSA “ I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE”, MA IN REALTA’ E’ NUDO. STAMANE ,GIOVEDI 18 APRILE, IL CONSIGLIO REGIONALE...
Numerose le opere presentate (Foto: Francesco GRISI) Sarà Andrea De Iacovo a condurre la cerimonia conclusiva della consegna dei...
LA MENTALITA’ MAFIOSA RIFLESSIONI: La mafia per attecchire ha bisogno di eliminare chi la combatte, di ridurre al silenzio chi parla, di...
Svelato il logo del Museo Alessandrino delle Maschere che mercoledì 1° Maggio dischiuderà le proprie porte rivelando la ricca collezione...
In fase di ultimazione nell'ambito del Bando dei borghi, il sentiero Arcobaleno, ubicato nella parte collinare di Eianina, utile per...

Please publish modules in offcanvas position.