Questo sito utilizza cookie per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza d'uso delle applicazioni. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su info. Continuando a navigare o accettando acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Cassano - sul PSA l'opinione autorevole dell'avv. Liborio Bloise

forza_italia_cassano.pngCome saprete, il Consiglio Comunale ha adottato il Piano Strutturale Associato, insieme ad altri Comuni della fascia Ionica, con a capo il Comune di Corigliano-Rossano.

Premettiamo che un nuovo strumento di programmazione territoriale è sempre un’occasione buona per cercare di intercettare il rilancio e lo sviluppo di un territorio. Ma dalla lettura del medesimo, abbiamo notato una serie di preoccupanti norme, che potrebbero condizionare negativamente - qualora venissero confermate – il territorio di Cassano e dunque i cittadini. Posto quindi che è prossima la scadenza delle c.d. “osservazioni”, che consentirebbero di apportare modifiche allo strumento adottato (cosa che auspichiamo possa avvenire), ci preme qui sottolineare alcune questioni che riteniamo di urgente e necessario intervento.

Pertanto, senza polemiche e con spirito propositivo, avanziamo elementi di riflessione sui seguenti punti:

  1. Circa la perequazione dei “crediti edilizi”, ovvero il meccanismo che prevede lo spostamento di volumi edilizi di stessa qualificazione compartimentale, all’interno delle struttura normativa del piano, sono presenti precetti che potrebbero ingenerare per come previsti, forti dubbi sull’eventualità di allocamento degli stessi in altri comuni. Pertanto è opportuno che si proceda ad una modifica della norma, prevedendo con assoluta definitività, l’impossibilità di spostare volumi in altri comuni facenti parte del piano;
  2. Quanto poi agli insediamenti produttivi, autorizzati in forza della deroga prevista dall’art. 35 delle norme di attuazione del vecchio piano, ed in zona agricola, ci è parso di comprendere dalle norme, che essi non siano stati assolutamente inseriti nel piano. Con evidente disallineamento al quadro strutturale generale. In buona sostanza, è evidente che essendo il nuovo piano strutturale parametrato alle cartografie del 2008, non siano state evidentemente inserite nel piano molte attività che invece sono presenti sul territorio comunale e che hanno bisogno di previsioni normative, che consentano loro eventuali variazioni e ampliamenti, con norme chiare e idonee a favorire lo sviluppo economico della nostra città;
  3. Anche per l’area turistica del Monte di Cassano, che per i cittadini Cassanesi rappresenta un’area di notevole importanza, la previsione di area Turistica, porterebbe ad oggi - sic rebus stantibus – soltanto oneri e maggiorazioni contributivi per i proprietari di case, senza godere dei vantaggi che un’area turistica dovrebbe prevedere. Va da se, che anche questa previsione vada parametrata alla fotografia che offre ad oggi il territorio Cassanese.

Ma ovviamente non soltanto questo, ma tante altre previsioni che destano allarmanti preoccupazioni. Su Marina di Sibari; sui Laghi di Sibari; sulla previsione dell’Interporto; sulla qualificazione delle Terme Sibarite; sulle aree di espansione di edilizia residenziale, ecc.

Ma quello che qui riassumiamo succintamente, sarà oggetto di puntuali osservazioni e di dibattito politico dettagliato che proporremo nei prossimi mesi.

Seguono per tutti i cittadini dunque le difficoltà per una sostanziale disinformazione. Informazioni che, diversamente invece, avrebbero dovuto accompagnare molto più approfonditamente decisioni di siffatta importanza. Un dibattito capillare con le diverse categorie sociali, prodromico all’adozione dello strumento di programmazione, che avrebbe meritato quindi un più corale ed articolato coinvolgimento della città, al fine di una valutazione più aderente alla fotografia attuale di Cassano, per le scelte in esso contenute. Piano che ha spiazzato finanche il Consiglio Comunale, il quale non ha goduto dei tempi necessari per l’acquisizione dei dati tecnici, abili alla formazione di una volontà politica puntuale ed articolata.       

Ci si augura, pertanto, con spirito assolutamente propositivo, che si possa arrivare alla correzione di questi e di altre preoccupanti norme, che potrebbero peggiorare e non migliorare le sorti del nostro territorio.

Cassano Ionio lì 05 febbraio 2024

liborio bloiseLiborio Bloise Commissario

Forza Italia Cassano Ionio

Ultime Notizie

Ho avuto non poche difficoltà nell'accingermi a descrivere le mie sensazioni dopo aver appreso la tristissima notizia della dipartita del...
Il nostro server ha dato i numeri per alcuni giorni e non siamo riusciti a pubblicare alcune notizie riguardanti avvenimenti...
Grandissima soddisfazione e orgoglio per Maria Carmela Padula e Sara Faillace (foto a lato) ammesse alla prestigiosa Accademia Nazionale...
(foto: Parco Archeologico di Sibari)Tanto tuonò che piovve: l’Autonomia regionale differenziata è legge. E come per la sanità si espande...
Consorzio di Bonifica della Calabria annuncia controlli straordinari in tutta la Regione per evitare abusi e garantire l’acqua agli...

Please publish modules in offcanvas position.